mi sono cercato in Street View ma niente, non ci sono

Avendo incrociato sulle nostre strade la Google Car più volte (era il non lontano luglio 2011), ho cercato di trovare una traccia di me in Street View, finora senza successo. Eppure mi ricordo che al tornante di Pianizole, detto anche de Noni, sollevai in segno di rispettoso saluto una delle dita della mano sinistra. Ma anche al tornante non c’è traccia di me. Sarebbe stata una bella sorpresa sapere di essere stati immortalati da Google.

Ho fatto un salto anche in piazza: c’è gente, ma di me nessuna traccia. Poi sono andato alla Piaza dela Faula ed ho incontrato gli operai de comun al laoro (cavolo, come invidio Bepino de Doan, lo ho trovato anche a far acqua alla fontana). Ma di me niente, sparito, cancellato, anche lungo tutta la Strada del Genio. Che sia per via di quel dito? Se qualcuno mi trova da qualche parte, me lo potrebbe cortesemente far sapere?

 

Visualizzazione ingrandita della mappa


Visualizzazione ingrandita della mappa


Visualizzazione ingrandita della mappa

16 commenti per mi sono cercato in Street View ma niente, non ci sono

  • jim

    Danilo dopo un attenta ricerca di te non vi è traccia…però ho trovato un sito dove potrai sfogare tutte le tue rabbie represse http://www.vaiaffanculo.org …e buona giornata!!!

  • @jim,
    WOW! Ma perché, caro jim, dovrei utilizzare la tua segnalazione quando, come ben si vede in figura n.1, ho un sito TUTTO MIO frequentato, peraltro, da gente come te che contribuisce attivamente al suo arricchimento?

  • jim

    Perche facendo un analisi accurata,ho ritenuto opportuno suggerirti di frequentare questa
    “comunità” dove potrai ancor più sfogare le tue recondite perplessità,spero di aver fatto cosa gradita.

  • Curioso

    jim, come dice(va) un noto politic_sessuale….. mi consenta…..
    Ma dà proprio tanto fastidio scrivere cose veritiere da arrivare a scrivere ciò che hai scritto? un mio nipotino ogni tanto dice un ritornello SPECCHIO RIFLESSO…..il resto aggiungilo pure tu che è come l’eco.
    Buona sera.

  • @jim,
    la cosa è senz’altro gradita ma, a dispetto del mio apparire mansueto, ho in realtà bisogno di emozioni forti, molto forti, anche nelle dispute di carattere lessicale, ed il sito da te segnalato è roba da educande, da “piccole donne crescono”, da Rossella O’Hara: per darti un’idea, il mio entry level parte, perlomeno, dal sergente Hartman:

  • credente

    Solo a chi crede ed ha fede s’appare. Io l’ho visto era NELLA LUCE in una veste splendente, bellissimo. Solo per chi crede ed ha fede, ed io l’ho Visto.Alleluia, alleluia.

  • jim

    Danilo,magari tu fossi come Hartman o i suoi soldatini,i problemi oltre a sollevarli li risolveresti o se non altro ci proveresti,ma si sa,ci vuole carattere per avanzare in prima linea e beccarsi le pallottole.. È roba da duri non da intellettuali….se poi mi diventi un duro….ti voto

  • @jim,
    meglio chiarire subito l’equivoco. Ho messo lì Hartman per evocare l’ambiente gergale contrapposto a ciò che puoi trovare nel sito da te segnalato, che reputo roba da educande (in fondo se, come da tuo consiglio, devo sfogare da qualche parte le mie rabbie represse, l’ambientazione giusta ha il suo peso). Io sono annoverabile fra i libertari, il mio ideale assoluto è l’anarco-capitalismo, odio lo Stato sopra ogni altra cosa, qui sulla Terra mi accontento di essere, per l’appunto, un liberale, liberista, libertario “a geometria variabile” (pensa che mi andava bene – fino a crederci davvero – anche la “rivoluzione liberale” promessa da Berlusconi). Quindi io e Hartman – ti do ragione (“magari tu fossi come Hartman”) – siamo come il polo nord ed il polo sud, non c’è storia.

    La prima linea non fa per me – hai ancora ragione – io, come noto, sto nel bunker. Diffida sempre degli intellettuali ed anche degli intellettualoidi, raccontano sempre un sacco di fesserie e poi hanno il difetto che mandano avanti gli altri a prendersi le pallottole. Sul diventare “un duro” (che non sia per rigor mortis) sono possibilista. Sul bisogno di avere, in quel caso, il tuo voto come quello di altri, non saprei.

  • Anonimo

    scusate la mia ignoranza, ma ne avevo sentito parlare ma non avevo ancora visto “dal vivo” questo modo di rappresentare il territorio. Potrebbe essere usato efficacemente a scopo turistico per far conoscere le nostre montagne. Che ne dite?

  • @Anonimo,
    riguardo al turismo … tutto fa brodo. Quello che bisogna capire è che in questo ambiente la filosofia del “vuoi vincere facile eh?” non vale. Vale, in poche parole, l’aneddoto dell’ascensore: del tipo cioè che, giunto per la prima volta ai piedi di un altissimo grattacielo fece la scoperta degli ascensori. Con ciò credendo di avere scoperto un “vantaggio competitivo” sugli altri che, immaginava, intenti a salire le scale a piedi. Salvo poi scoprire che “gli ascensori” sono per tutti e quindi “ciccia vantaggio competitivo”. Anche all’epoca dei primi passi su internet c’erano “i coionos” che credevano bastasse fare una pagina-vetrina – che si vede in tutto il mondo – per avere la fila all’accettazione. Salvo scoprire che – toh guarda – anche la concorrenza aveva una pagina e, cosa ancor più stupefacente, se hai una pagina ma nessuno la vede …. Senza voler essere ironico, con google riesci a farti un giro di grande realismo su Marte, sul fondo degli oceani, su un sacco di gallerie d’arte e, ultimamente, credo sia già il linea il tour di Fukushima. Hasta la vista!

  • Curioso

    Ho fatto più di un giro su google ma, ad esempio, nel caso dei regolamenti comunali di Lozzo non ho trovato quasi nulla! chissà come mai? Che sia carenza di Google o della trasparenza comunale?

  • frank

    @danilo
    volevo segnalare il sito della Comunità MCC che permette di collegarsi con i siti ufficiali dei comuni, offrendo quindi un buon servizio di informazione:

    http://www.centrocadore.bl.it/web/cmcc

    sito ben fatto. Ho provato ad interrogare le pagine di alcuni comuni (storico delibere, trasparenza). Alcune sono… tremendamente vuote.
    Se nel ns. mittleuropeo Cadore non vengono aggiornate, immaginiamoci altrove. Non capisco l’utilità di un buon mezzo unito a un insufficiente servizio

  • Curioso

    @Frank, è proprio per quello che hai verificato che ho scritto quanto innanzi.
    Non si potrà di certo ipotizzare che il comune di Lozzo disponga di solo quei sei regolamenti – vedere qui:

    http://www.comune.lozzodicadore.bl.it/web/lozzocadore/servizi-online/regolamenti?selVert=menu-contestuale_f7e7bc90-f68d-46eb-b32f-7776a9a6a417

    forse non si sono informatizzati di tutta la documentazione che meriterebbe essere resa pubblica e pubblicizzata….chissà?

    Si vedrà

  • talaren

    @Curioso,
    si informatizza soltanto la documentazione che sia strettamente (ma strettamente) necessario informatizzare, o per la quale siano stati obbligati per legge.
    Poi quando scade il termine, viene prontamente rimossa, senza lasciare traccia…

  • frank

    La compilazione e l’aggiornamento delle “informazioni comunali” potrebbero essere un servizio “associato” da attribuire alla (Comunità) Unione Montana Centro Cadore, vista la ineguatezza e la regolarità del servizio oggi “offerto” dalla maggior parte dei nostri comuni. (se si eccettua la tenuta dell’albo pretorio, obbligatorio per legge e dal quale “spariscono” le informazioni documentali non appena scadono i minimi tempi di pubblicizzazione)