Veneto Indipendente: per gli organizzatori si sarebbe superata la soglia dei due milioni di voti

A me paiono tanti, perfino troppi, per non dire strabordanti, oltre ogni immaginazione. Avendo dato il mio convinto contributo al SI per l’Indipendenza del Veneto (mica da oggi eh …), non posso che essere contento di ciò che gli organizzatori del referendum dicono riguardo ai dati d’affluenza:

PLEBISCITO.EU: LA VALANGA DI VOTI NEL REFERENDUM DI INDIPENDENZA DEL VENETO TRAVOLGE LA PARTITOCRAZIA ITALIANA

MENO DI 7000 VOTI AL SUPERAMENTO DELLA SOGLIA DEI DUE MILIONI. GIANLUCA BUSATO: “CI SOSTIENE TUTTO IL VENETO E ANCHE GRAN PARTE DELL’ITALIA. LA RIVOLUZIONE DIGITALE TRIONFA”

Alle ore 11 del 21 marzo, ultimo giorno di votazione del Referendum di indipendenza del Veneto, i votanti registrati sono 1.993.780, corrispondenti al 53,41% del corpo elettorale. L’affluenza al voto sta quindi per superare la barriera psicologica dei 2 milioni di voti e ha abbondantemente superato la maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto. [,…]

Credo che le fasi di raccolta dei voti siano sempre un po’ concitate; a bocce ferme qualche rettifica ci dovrà pur essere ma, a buon senso, visti i numeri messi sul tavolo nel corso di questa settimana di voto, non potrebbero che “rettificare” – non certo scompaginare – i dati parziali già divulgati. Se le cose sono state condotte seriemente, così dovrà essere. E tuttavia mi assale un dubbio, riguardo alla valanga di voti confluiti. Perché, se veramente quei voti ci sono, due milioni di voti, mi chiedo: “ma chi riesce più a dormire?”.

Insomma, incrociamo tutto quello che abbiamo a disposizione e speriamo che non sia uno scherzo computazionale. A questo punto del cammin di nostra vita … sarebbe amarissimo!

 

I commenti sono chiusi