a volte ritornano (purtroppo): Tremonti a Danta di Cadore si scaglia contro il potere pluto-giudaico-massonico

La scomparsa dalla scena politica del tirannosauro ha permesso al rettile di promuovere la sua ultima fatica letteraria. Ne avevo già parlato in Tremonti cerca una ‘Uscita di sicurezza’ sul Titanic (ma è troppo tardi). Sentir parlare Tremonti in questo video dantesco o leggere gli articoli di Volpe su Pontifex è la stessa cosa, una insana goduria che quasi rasenta la fantozziana cupidigia (avete presente la lingua estroflessa lateralmente …).

Come allora, invito chi volesse apprezzare il controcanto di un supremo inquisitore delle nefandezze tremontiane a leggere il prelibatissimo articolo di Fabio Scacciavillani su noisefromamerika (Il manuale di navigazione del timoniere del Titanic).

Come allora, propongo due video affiancati in cui, davvero, non si riesce a distinguere il Tremonti vero da quello tarocco, tanto l’uno e l’altro convivono ormai fusi in un unica aggregazione cellulare umanoide. Voltremont, che mona non è, cavalca il solito cavallo della globalizzazione e del bieco potere finanziario speculativo e senza regole. E, naturalmente, molti peri madure cadono dall’albero.

Consiglio di gustarsi per primo il video più in basso, è più realista. Sarà poi più facile apprezzare il delirio tremontiano nell’altro.

3 commenti per a volte ritornano (purtroppo): Tremonti a Danta di Cadore si scaglia contro il potere pluto-giudaico-massonico