5 Comments

  1. Griso
    7 febbraio 2011 @ 14:31

    Della serie: “Dio li fa e poi li…accomuna”…

  2. Peppe er tosto
    7 febbraio 2011 @ 15:51

    Cons. Bond,
    mi permetto di darLe un suggerimento integrativo per l’efficacia del suo marketing: mandi ad Arcore, al suo Capo, un quintale del prodotto delle sue tre erboristerie bellunesi (la tisana Bunga Bunga con virtù energetiche, dissetanti e…sedative) ed unisca qualche kg di Viagra… Fatto questo, cerchi di darsi un pò più da fare per i problemi della montagna in generale e del Cadore in particolare.
    Ne va della sua credibilità e delle sue prospettive elettorali future…

  3. Danilo De Martin
    8 febbraio 2011 @ 08:47

    Un mago della quasi “telepromozione” (sarà benvisto in quel di Arcore). Un’occasione ottima per pubblicizzare i suoi tre negozi di erboristeria. Consiglierei a Bond di alambiccare per preparare una tisana calmante per i suoi elettori. Ho già un’indicazione per il nome dell’infuso: “fatti, non ciacole”. Seguo a ruota Peppe er tosto per ribadire al cons. Bond, anche in relazione all’acutezza delle proprie vedute in termini di turismo, che è meglio che pensi a qualche serio provvedimento per la montagna in generale e per il Cadore in particolare. Se non lo farà sarà…molto problematico per lui ottenere ancora voti da queste parti… (almeno questo è il mio sincero augurio).

  4. I pendolari dei treni hanno un nuovo santo protettore: San Bond! » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    25 febbraio 2011 @ 09:57

    […] si fa sentire, il consigliere Bond potrebbe ricorrere alla sua recente trovata: la “tisana bunga-bunga“. Condividi, segnala o […]

  5. il narco-sceriffo Bond ed il cambio di strategia dell’ONU nella lotta alla droga » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    6 giugno 2011 @ 07:59

    […] il consigliere regionale Dario Bond, mister tisana bunga bunga, novello narco-sceriffo propone: «Analizziamo gli scarichi delle scuole e dei luoghi di […]