5 Comments

  1. frank
    21 marzo 2011 @ 13:38

    @danilo
    La politica estera (qualunque Stato la faccia) è, in fatto di coerenza, una “discarica”. Il “to badogliate”, anche se attribuito all’ “italico genio” (credo più che altro per comodità) è applicato indifferente dal Sarkosy, o dal Bush, o dal Putin di turno senza che ciò provochi grande indignazione (ad eccezione che per pochi spiriti nobili). Alla coerenza si antepongono gli interessi di parte o di area, che poi trovano sempre “grandi giustificazioni e giustificatori”. Sotto questo profilo, vale ancora il monito biblico: nulla di nuovo sotto il sole

  2. Danilo De Martin
    21 marzo 2011 @ 18:08

    @frank,
    che tutti, compreso Ratzinger, antepongano i propri interessi a quelli degli altri è fuor di dubbio. I Galli peraltro, solo un mese e mezzo fa, sottolineo un mese e mezzo fa, avevano promesso aiuti alla polizia tunisina per reprimere nel sangue la rivolta contro Ben Alì, quindi figuriamoci con chi siamo alleati oggi. Solo che loro questa volta sono stati più svelti e quando la cosa con la Libia sarà finita andranno all’incasso mentre gli italiani si faranno raccontare un’altra barzelletta da Berlusconi. In Afghanistan, non è ancora finita, ed è di qualche giorno fa l’ultima vittima. Nel Kosovo, un fazzoletto di terra, la Nato ci ha messo 80 giorni per venirne a capo. La Libia è molto più grande e se solo Gheddafi fa il permaloso, bisognerà farlo saltare davvero in aria per averne ragione.

    Per quanto riguarda invece la specialità tutta italiana del voltagabbana, mi dispiace contraddirti ma in questo campo non c’è nessuno che possa battere gli italiani, ma proprio nessuno.
    Mettendo tutto nel calderone, concordo sul “niente di nuovo sotto il sole”.

  3. Danilo De Martin
    21 marzo 2011 @ 18:39

    L’Italia tradisce sempre (Beppe Grillo – Travaglio)

  4. frank
    21 marzo 2011 @ 19:43

    @danilo
    volevo dire che la barca della ipocrisia, in politica estera, è così popolata e così ben rappresentata da tutte le latitudine e longitudini che…affonderebbe prima di arrivare a…Lampedusa. Pinocchio, a confronto, era un bravo ragazzo!

  5. Danilo De Martin
    6 maggio 2011 @ 15:30

    Pdl e Pdmenoelle e Napolitano che “ha il comando delle Forze armate…e dichiara lo stato di guerra deliberato dalle Camere (art.87 della Costituzione)” hanno deciso di buttare qualche centinaio di bombe sulla Libia per non essere esclusi dalla spartizione dell’energia. (La guerra a tempo)