bellunesi si, #coglioniNO (la frontiera bellunese)

(nella speranza che sia di buon auspicio per la diffuzione del video, prendo in prestito il motto – bellunesiSI #coglioniNO – liberamente tratto dal mondo dei freelance …)

Neanche Bonvi con le sue Sturmtruppen sarebbe giunto a tanta ilarità. Anch’io covavo da tempo la fattura d’una parodia sull’argomento sfruttando l’ormai consunto Adolfo in La Caduta, ma prima mi devo occupare della vicenda del biasimo che sua bassezza il sindaco di Lozzo prova nei confronti del qui presente BLOZ.

Al netto della frettolosa citazione nel “titolo-domanda d’apertura”  del “Trentino” non seguita da “Alto Adige/Südtirol” (visto che il successivo riferimento è a quest’ultima “frontiera”), che è un niente e che qui rilevo per zittire in anticipo i benpensanti (che però salteranno fuori lo stesso), il video merita la più ampia visibilità non foss’altro che per viralizzare il bisogno d’autonomia che da anni un manipolo di visionari cerca di mantenere vivo e, soprattutto, di far crescere nella coscienza dei bellunesi.

I commenti sono chiusi