3 Comments

  1. Secondo me
    27 giugno 2013 @ 21:54

    Una natura stupenda e’una delle poche risorse che ci sono rimaste. Se ce ne rendessimo veramente conto, eccelleremmo nella raccolta differenziata e nel rispetto per l’ambiente piu’in generale. Il marchio Dolomiti ha la sua forza nell’ambiente naturale intatto e secondo me ci sono, in detto marchio, potenzialita’ancora non sfruttate che vanno al di la del turismo. Una politica che prevedesse sforzi per essere non solo al passo ma all’avanguardia in materia ambientale non mi sembrerebbe stonata sulle Dolomiti. E rischierebbe anche di essere remunerativa prima o poi.

  2. commentario all’articolo ‘Via dalle strade tutte le campane’ /2 » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    28 giugno 2013 @ 07:58

    […] commentario all’articolo ‘Via dalle strade tutte le campane’ /1 […]

  3. commentario all’articolo ‘Via dalle strade tutte le campane’ /3 » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    29 giugno 2013 @ 07:15

    […] puntata del commentario all’articolo “Via dalle strade tutte le campane”: qui la prima (l’apoteosi della maglia nera) e qui la seconda (il lento svelarsi della frazione […]