la geronto vacanza dolomitica dei 'SeniorenReisen': è la concorrenza bellezza

Solo qualche giorno fa si parlava di geronto-vacanze e relativa corsa all’oro in chiave cadorina da scatenarsi (o è già scatenata?) da parte dei vari fornitori d’accoglienza delle nostre contrade dolomitiche. Va ritenuto elemento determinante per la riuscita dell’operazione in ambito comprensoriale la presenza e perfetta efficienza del nosocomio (il meno letterario “ospedale”), nei servizi del quale – in particolare quelli di rianimazione – i vegliardi viandanti porrebbero solida ed essenziale fiducia. E’ per questo – null’altro che per questo (perlomeno ce l’auguriamo) -, che il sindaco di Pieve ha definito l’ospedale “attrazione turistica“.

In ambito turistico, si sa, non sono molte le cose che ci si può davvero inventare dal nulla, essendo il minestrone bollito e ribollito ad nauseam. In poche parole, ci si deve confrontare quoditianamente con una feroce quanto spietata concorrenza. In questo senso va segnalata la calata degli “attempati alemanni felici” che dalle ubertose terre austriache, temerariamente, si stanno spingendo fino alle profumate terre pugliesi. Perla fra le perle la stupenda vena poetica del governatore Vendola: «gli austriaci … catturano frammenti della nostra regione che poi raccontano, diventano ambasciatori della Puglia nel mondo».

L’invasione dei 70enni austriaci, Vendola: «E’ l’evoluzione del turismo»

«È l’inizio di una fase nuova. Quando migliaia e migliaia di austriaci entrano nella nostra realtà, sentono i profumi, gustano i sapori, catturano frammenti della nostra regione che poi raccontano, diventano ambasciatori della Puglia nel mondo».

Così il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola intervenendo ieri mattina insieme all’assessore regionale al Turismo e Mediterraneo Silvia Godelli alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa per i turisti provenienti dall’Austria “Senioren Reisen Austria”. L’Associazione dei Pensionati d’Austria, ha scelto infatti la Puglia per il suo viaggio primaverile in Italia, per il quale sono attesi nella nostra regione, … circa settemila partecipanti a cavallo fra aprile e maggio.

Orsù quindi, fornitori d’accoglienza dolomitica, perché se la stagione primaverile dei 7.000 “Senioren Reisen” è per ora appannaggio della Puglia (domani sarà Toscana, Umbria, Campania, Sicilia, Emilia-Romagna,Veneto …), resta sempre da contendere quella estiva (forse), facendo leva su “tutto quel caldo che farà” (per fortuna i vecchietti non dipongono più di una efficiente termoregolazione) e sul patrimonio dell’umanità bla bla bla che, l’abbiamo visto in questi anni :-), tira che è una meraviglia. E considerato che sono settantenni, la quasi totalità di loro non ha neanche bisogno del catetere e della sacca di soluzione fisiologica compresa nel prezzo.

Sprechen sie Deutsch?

 

I commenti sono chiusi