26 Comments

  1. Fabrizio
    21 Aprile 2011 @ 12:19

    E stasera sarà ad Annozero a raccontarci ancora sfilze di bugie.
    Altro che Manolo, questo sì che è un arrampicatore sugli specchi coi fiocchi. I bellunesi, che come noto non hanno problemi e se la spassano, ringraziano.

  2. pulici
    21 Aprile 2011 @ 15:14

    Tananai! Che figura fa fare ai bellunesi

  3. frank
    21 Aprile 2011 @ 15:24

    @fabrizio
    a proposito di…non hanno problemi, il link che propongo dal Gazzettino “descive una piaga”?

    http://carta.ilgazzettino.it/LeggiGiornale.php?TipoVisualizzazione=&CodSigla=BL&NumPagina=3&AnnoPagina=2011&MesePagina=04&GiornoPagina=21&NumTestatina=

  4. Danilo De Martin
    22 Aprile 2011 @ 08:24

    @pulici, rincuorati, non è più come una volta, quando si riteneva che chi ci rappresentava elettoralmente ci rappresentasse anche territorialmente. Oggi, in Parlamento (Parla-miasma), ognuno rappresenta se stesso. Paniz è lì e fa il suo gioco come tutti gli altri. Nessuno “scandalo”. Bisogna solo ricordarsene.

  5. cagliostro
    22 Aprile 2011 @ 09:06

    E questo sarebbe il moderno Carnelutti? Ieri sera lo ho visto ad ‘Anno Zero’ ed ho avuto la netta sensazione che Travaglio lo abbia inquadrato giustamente e lo abbia fatto fare la figura del servo (che non vuol apparire tale ed usa un fittizio modo di apparire equanime e perfettamente ‘leguleio’, alias Azzeccagarbugli). Avete notato la distinzione fatta circa la possibile, secondo lui, interruzione dei processi quando è sollevato il conflitto di attribuzione (no se a sollevarlo è il Tribunale, sì se a sollevarlo è qualsiasi altra Istituzione)? Mi sembra che fior di giuristi la pensino molto diversamente!!! E quando ha dribblato sulla similitudine fra il contenuto nei manifesti di tale Lassini e le precedenti frasi del grande
    Nano Affabulatore (magistrati=terroristi)? E’ solo da vergognarsi di essere bellunesi e di aver mandato al Parlamento tale soggetto (io comunque nè lo ho mai votato nè mai lo voterò, specialmente dopo questa sua performance).

  6. Danilo De Martin
    22 Aprile 2011 @ 09:45

    @cagliostro,
    riguardo alla capacità di “inquadrare” di Travaglio ho trovato molto istruttivo il confronto Travaglio vs. Paniz andato in onda su La7 durante la trasmissione IN ONDA del 2 aprile scorso e di cui riporto i due collegamenti su YouTube (parte prima e parte seconda).

  7. Danilo De Martin
    22 Aprile 2011 @ 15:31

    Anche l’Unità riscontra una certa qual ilarità nelle parole di Paniz tanto che nella rubrica Duemiladieci battute la Fornario immagina un insieme di frasi, proferite da Paniz e Tognazzi, ed invita ad indovinare quali siano dell’onorevole e quali del “comico”. La famosa “supercazzola con scappellamento a destra …” (l’Unità)

  8. Danilo De Martin
    22 Aprile 2011 @ 15:43

    Parlamentari a comando. “Oscuro avvocato bellunese assurto a celebrità …”. Neanche Padellaro sul Fatto Quotidiano si trattiene:

    Ai ministri più riottosi si mostrano i ritratti dello strepitoso Paniz, l’oscuro avvocato bellunese assurto a celebrità per aver sostenuto in Senato, senza arrossire, la suprema panzana del premier convinto che Ruby fosse la nipote di Mubarak. Infatti, essere Paniz è diventato il traguardo esistenziale dell’intero governo che martedì ha votato la (finta) soppressione del nucleare, per indebolire il referendum sul legittimo impedimento. Mentre ieri ha lavorato all’ennesimo conflitto di attribuzioni per bloccare il processo Mediaset. Forza ragazzi, obbedienza pronta, cieca, assoluta e il boss vi regala una farfallina. (FQ)

  9. Attilio Bianchi
    22 Aprile 2011 @ 20:37

    Se fossi io il Presidente del consiglio i magistrati milanesi li farei arrestare dall’ esercito per alto tradimento e favoreggiamento dei servizi segreti francesi e li esilierei. Già nel 92 hanno fatto dei danni irreparabili a tutta la classe dirigente e al paese ed ancora ci provano ………. FILISTEI!!!!!A partire da quell’ ignorantone di TONINO, manovrato da BORRELLI come una marionetta, sempre pronto ad accomodare figli e nipoti qua e là. Al giorno d’ oggi(più di ieri) tutti portano l’ acqua al proprio molino e Paniz è ora il miglior molinaro in circolazione, a qualcuno brucia a me no. Travaglio è un buon “topo da foro” ma il principe è PANIZ. Il guaio, come nel 92, non è CHI C’E’ ORA, come allora, ma COSA VERRA’ DOPO?…….Repetita juvant? Credo proprio di No. Meglio tenerci il male minore che ritrovarci con RUDELLI E MONTEZEMOLO….

  10. Danilo De Martin
    23 Aprile 2011 @ 08:19

    @Attilio,
    d’accordo, con Montezuma e Rudelli non riesci a fare neanche concime per fiori; a questo infatti ci ha già pensato l’ala destra del parlamento, pardon, parla-miasma, seguito a ruota dall’ala sinistra che è escremento di se stesso. Però, in questo carnevale di merda, c’è qualcuno che puzza più degli altri.

  11. cagliostro
    23 Aprile 2011 @ 09:30

    Caro Attilio,
    ho sempre apprezzato i tuoi interventi e li ho sempre condivisi. Ora però, mi devi scusare, di questo tuo commento condivido assai poco. Dovresti dare una ripassatina alle tue cognizioni in fatto di Diritto Costituzionale (sempre che la Costituzione valga ancora qualche cosa) e così capiresti che, in un contesto squisitamente democratico, il Presidente del Consiglio non può far arrestare proprio nessuno. A parte questo, dovresti meglio informarti sulla figura dell’attuale Presidente del Consiglio, da dove proviene e come ha fatto la sua fortuna economica (cosa che interessa vivamente ai contribuenti che le tasse le pagano fino all’ultimo centesimo, diversamente da chi è ed è stato teorizzatore della evasione e della elusione e, sembra, l’abbia molto praticata). Dovresti poi rispondere ad una precisa domanda: non ti è mai sorto il dubbio che qualche cosa, sotto il profilo strettamente medico-psichiatrico, non vada nell’uomo, visto che ha sempre bisogno di individuare dei nemici? Nessuno, di quelli che hanno un briciolo di dignità, ha fin qui resistito, e non parlo solo dei Casini e dei Fini…,l’elenco sarebbe interminabile basta pensare a quante figure di un certo peso sono state messe da parte…Gli attacchi alle varie Istituzioni poi, mettono bene in risalto l’intendimento del vecchio iscritto alla P2 (tessera n.1816, appartenenza più volte negata o sminuita ma di cui si trova traccia in una condanna per falsa testimonianza, prima della nota discesa in campo). Tu parli di ‘MALE MINORE’, ma che cosa dici? Ti rendi conto che siamo lo zimbello del mondo intero e che, pur di salvare sè stesso, questo omuncolo non esita a mettere a repentaglio la nostra povera nazione? Ti dovrebbero bastare le ultime vicende, quelle relative al tentativo di eliminare il referendum sul nucleare e, quello che tenterà ora sull’acqua; il tutto per depotenziare il quesito sul Legittimo impedimento!!! Questa è o non è una rapina alla democrazia? Mi fermo qui per non rodermi ancor di più il fegato. Amichevolmente ti dico: documentati e poi vedrai che cambierai di molto le tue idee (sulle prime, leggendoti, pensavo perfino ad un tuo abituale tono faceto, poi mi sono dovuto ricredere).
    Comunque, sane Attilio e Bona Pasca. L’augurio per un buon Bunga Bunga non te lo formulo per non apparire blasfemo nell’accostamento e per la stima che nutro nei tuoi confronti, nonostante la tua ultima ‘sparata’.

  12. Attilio Bianchi
    23 Aprile 2011 @ 15:17

    Carissimo Cagliostro,
    la mia storia ha inizio nei primi anni 90 quando alcuni italiani si sono venduti la patria per un pugno di dollari o franchi. A quelli mando tutte le maledizioni possibili.La procura di Milano è un covo di sovversivi e nessuno me lo toglierà dalla testa. Hanno agito in concomitanza con altri poteri…..SVEGLIA! Quando si fa un Golpe come quello si lascia inesorabilmente un vuoto politico a cui ambivano i coglionazzi rimasti puliti all’ epoca( coglionazzi è un termine soft). A riempire quel vuoto ci ha pensato un signore di nome Silvio Berlusconi.
    Si vuole lasciare un altro vuoto? e chi lo riempirà ? Rispondimi carissimo e poi faremo tutte le considerazioni sul tuo eletto.
    Mi scuserai se preferisco il BUNGA-BUNGA al BINDI-BINDI. Ricambio con gioia gli auguri pasquali a te, al redattore ed ai lettori.

  13. cagliostro
    23 Aprile 2011 @ 16:04

    Caro Attilio,
    lasciatelo dire molto amichevolmente: sei un grande attore comico e lo hai ampiamente dimostrato sul palcoscenico; non diventare ora un attore tragicomico della politica!! Mi spiego meglio. Quando tu dici che la ‘procura di Milano è un covo di sovversivi’, non ti sembra di essere in linea con un certo Lassini, ispirato dal grande affabulatore?
    Per similitudine (e per logica) saresti quindi assimilabile anche ai sostenitori del PDL formato Santhanché!! Io penso che D’Ambrosio, Davigo, Colombo e Borrelli non fossero dei ‘sovversivi’ ma gente che ha tentato di perseguire ipotesi di REATO. Per la stessa ragione un certo Alessandrini, in forza a quella stessa procura, ha pagato con la vita il suo attaccamento alle Istituzioni. Vedi quindi di non esagerare con le tue esternazioni e di accorgerti che il tuo pensiero porta inevitabilmente a farti involontario ‘paladino’ di teorie forse un pochino… aberranti.
    In quanto poi all’on. avv. Paniz (che tu sembri conoscere abbastanza bene), guarda che si è messo sulla strada del suo collega Ghedini e tutte le architetture giuridiche malamente fin qui elaborate e costruite non hanno mai retto al vaglio di fior di giuristi e costituzionalisti (vedi anche le bocciature della Consulta, dal Berlu ovviamente definita asservita alla sinistra…) anche se i nefasti effetti si sono comunque prodotti a favore dell’Unto del Signore. Non avere timore reverenziale del novello Carnelutti bellunese, vedrai che le ‘panizzate’ avranno gli stessi risultati delle ‘ghedinate’ o delle ‘alfanate’…Paniz, è vero, usa toni più civili ma la sua faccia da tolla ed i suoi distinguo legulei, non gli impediscono di toccare il ridicolo come quando sostiene tesi inverosimili sul caso della pseudo nipote di Mubarak. Quello che non si fa per servire il padrone e portare il processo davanti al tribunale dei ministri (con il piccolo particolare che in questa ipotesi occorre l’autorizzazione a procedere…)!!!. Chiudo con una ‘ghedinata’: ‘mavalà, mavalaà’ Attilio che sei un grande (come attore s’intende).

  14. Danilo De Martin
    23 Aprile 2011 @ 18:48

    Ancora qualche link riguardante le vicende qui rimestolate. Non ne vado in cerca, sono loro che mi corrono dietro (i link). Io poi mi diverto a riportarli per la gaiezza che infondono nel lettore.
    Paniz e la macchina del pongo di “Struttura Delta”, Paniz, inutilmente risorgimentale (pepata considerazione tratta dall’Unità) ed infine (forse) l’editoriale di Travaglio ad Annozero (video); fantastico, oltre al laser antidepilatorio, il finale in cui il Berlusca si “confonde” dichiarando di aver pagato i giudici.

  15. Attilio Bianchi
    24 Aprile 2011 @ 02:46

    Carissimo Cagliostro,
    In genere se qualcuno mi pone una domanda rispondo nel merito, poi argomento. L’ elusione non fa parte del mio DNA. In merito al Lassini sarà il più votato e questo lo hanno capito subito tutti. Parlando invece del Nostro Avvocato (Juventino) penso che sia il più grande avvocato-mediatico visto sinora. Penso che alle Panizzate che hanno un valore simbolico non si possano nemmeno affiancare le Dalemiate, come quando atterrò al Lingotto in elicottero assieme all’ avv. Agnelli per rassicurare gli Americani sulla sua affidabilità di governo……mi vergogno per loro e per la Patria, lontani sono gli anni di Sigonella.
    BERLUSCONI E’ FIGLIO DEL VUOTO LASCIATO DA UN GOLPE MANCATO PERCHE’ I GOLPISTI SONO STATI GOLPATI.

  16. Attilio Bianchi
    24 Aprile 2011 @ 03:10

    @Danilo: faceva più ridere Gianfranco d’ Angelo quando imitava Baudo che diceva ” PERCHE’ BELLUNO L’ HO INVENTATA IO…” e credo che se a quei tempi si fosse fatta l’ autonomia non se ne sarebbe accorto nessuno.

  17. cagliostro
    24 Aprile 2011 @ 22:28

    Caro Attlio,
    prendo atto che,diversamente da quanto affermi, una risposta nel merito non l’hai data. Davigo, Colombo, D’Ambrosio e Borrelli perché sarebbero stati ‘un covo di sovversivi’? Ed il giudice Alessandrini è stato ucciso proprio perché considerato ‘sovversivo’!!!
    Non credo che tu abbia argomentato (e neanche possa farlo) a questo proposito!! Lascia stare Sigonella e similari…Resta in tema: il tuo “riempitore di vuoti” (dici bene, in senso letterale!), da amico di Craxi (a cui doveva gratitudine per i noti decreti ripristina emittenti oscurate)è passato a lodare i giudici di Milano tanto che voleva Davigo ministro della Giustizia e Di Pietro ministro degli interni, salvo poi-quando ha avvertito che non c’era trippa per gatti-vituperare i due che non si erano fatti ‘incapsulare’ nelle trame del grande ragno e successivamente andare a piangere ad Hammamet sulla tomba di Craxi, tra l’altro suo compare d’anello… Quando si dice COERENZA!!! In quanto all’avv. mediatico ora sugli spalti, io sono più che mai convinto che, insieme ai vari Ghedini, Longo ecc. ecc., farà la fine che è stata riservata agli appartenenti al pool di precedenti avvocati difensori del noto tycoon televisivo.Ghedinate, Pecorellate, Alfanate, Panizzate, tutte furbate di turiferari astuti che pensano di perpetuare il loro potere strettamente legato alle sorti del boss, e non si accorgono che sono tutti alla frutta…

  18. Attilio Bianchi
    26 Aprile 2011 @ 00:30

    Esimio Cagliostro,
    non essendo un tuttologo mi sono documentato e debbo dire che il giudice che menzioni è stato assassinato da esponenti di prima linea, non da Cagliari o altri colletti bianchi suicidati in carcere per uso improprio della carcerazione preventiva. Sovversivo è chi sovverte la regola e nello specifico l’ avviso di garanzia. Uno strumento di tutela è divenuto, nelle mani di quei fanatici, uno strumento di offesa. Hanno sovvertito l’ ordine delle regole e falcidiato un’ intera classe dirigente. Non da soli ovviamente, chi soffiava alle spalle lo sappiamo benissimo. Sono gli stessi che hanno abbattuto il DC9 ad Ustica e che hanno fomentato la rivolta in Libia di questi giorni. E chi è con loro è un traditore della patria. Dopodomani a Roma arriva il vero ed autentico psiconano d’ oltralpe. A me sembra di essere stato esaustivo nel rispondere alle tue domande ora tocca a te, chi prenderà il timone dell’ Italia eliminato Berlusconi? Come mai nei due anni di governo Prodi non si è pensato bene di fare una legge sul riassetto radiotelevisivo? Come mai l’ alternativa a Berlusconi è naufragata dopo due anni di governo e non sono stati in grado di arrivare ai 5 anni? Grazie.

  19. cagliostro
    26 Aprile 2011 @ 09:21

    Caro Attilio,
    che sia Prima Linea o BR poco importa: la matrice è quasi identica. Mi pare che tu faccia di ‘ogni erba un fascio’ in quanto dal tuo scritto si arguisce che per te i Giudici sono assimilabili a tutte le trame nere o rosse che hanno insanguinato l’Italia negli anni ’70 e ’80. Estremizzando, forse, per te, Moro è stato ucciso dai Giudici, non dai Piduisti alla cui associazione segreta lo psico nano apparteneva
    (te lo ricordo: tessera n. 1816) insieme ad un certo Cicchitto, conosci?). Che poi Ustica sia assimilabile alla rivolta in Libia di questi giorni, è cosa alquanto strampalata, non ti pare? A me, per associazione, stai dando del ‘traditore della patria’. Io credo che traditore della patria sia chi sta distruggendo la Costituzione, chi usa il Parlamento come suo tappeto, chi si fa leggi a suo proprio uso e consumo e trascura quelli che sono suoi precisi doveri: fare leggi che siano tali, ossia che abbiano un impatto collettivo per il bene della gente. Se poi uno crede di essere innocente, si sottopone al giudizio dei Giudici in base al principio fissato dall’art. 3 della Costituzione, non va in cerca di tutte le scappatoie e gli escamotage per sottrarsi alla Giustizia. Io ricordo sempre quello che Montanelli mi disse in treno, sulla lineaa Verona-Padova-Calalzo: quell’uomo è un pericolo per le Istituzioni. Pensa a quante ne ha combinate fin qui per fare i propri esclusivi interessi!! Qui non si tratta di destra o sinistra: quello delle ideologie se ne ‘strafrega’; egli pensa che ogni uomo abbia un prezzo e che tutti possano essere comprati(questa è la sua vera ed unica ideologia, che trova proseliti fra i servi o fra gli allocchi). Egli sta attuando, grazie a chi, incautamente, ragiona come te, il progetto di un certo Licio Gelli (ricordi? Io, quel programma lo ho letto interamente e ti assicuro che non sono bazzeccole). Se tu ci tiene tanto al ricordo di certo PSI, ricorda che Bobo Craxi e perfino De Michelis hanno mollato l’Unto del Signore ed una critica serrata gliela ha mossa anche Stefania Craxi…Che i governi di centro-sinistra non abbiano fatto abbastanza per eliminare il ‘bubbone di Arcore’ è un fatto: certuni credevano di lasciare decantare il problema, convinti che il biscione, una volta sconfitto, non sarebbe mai rinato. Errore madornale!! Ma con questo che vuoi dire? Vuoi forse giustificare tutte le nefandezze fin qui attuate? Vai a leggerti ‘L’odore dei soldi’ e poi capirai quello che fin qui ti intestardisci a non comprendere sul grande affabulatore-corruttore. Pensa solo: se Previti, Mills e Dell’Utri (quest’ultimo in attesa di sentenza definitiva ma già ‘pregiudicato’ per altri reati passati attraverso i tre gradi di giudizio) sono stati condannati, perché il mandante non ha ancora pagato il suo debito con la Giustizia?
    Forse perché fin qui è scappato dai tribunali con leggi confezionate su sua precisa misura? Esiste poi anche una norma che impone al Presidente del Consiglio ed ai ministri di svolgere il loro ruolo con ‘dignità ed onore’; mi pare che quanto affiora dalla vicenda Ruby sia eloquente su quale onore sta usando il tuo ‘modello’ politico!! Se una cosa io rimprovero ai vari democristiani e socialisti dell’epoca, è quella di non aver fatto rispettare fino in fondo la norma del 1957 che escludeva dall’elettorato passivo (essere eletti) chi deteneva concessioni dallo Stato (frequenze e quant’altro). E così oggi siamo in questa cloaca massima.

  20. cagliostro
    26 Aprile 2011 @ 10:49

    Caro Attilio,
    una piccola, paradossale integrazione sul tuo modello politico. Che egli sia il mandante della Corruzione di Giudici (processo Previti) è documentato oltre ogni ragionevole dubbio. Il colmo è che la stessa cosa riguarda anche il caso dell’avv. Mills il quale, prescritto in Cassazione (dopo due condanne ad oltre 4 anni di carcere in 1° e 2° grado), deve ora versare Euro 250.000 quale risarcimento alla parte lesa, la Presidenza del Consiglio!!! Ulteriore bell’esempio di conflitto di interessi: l’assegno dovrà essere intestato a Berlusconi Silvio, ad un tempo parte lesa e mandante dei delitti di cui alla condanna risarcitoria. Più paradosso di così!!…: Berlusconi Silvio indennizzato quale Presidente del Consiglio e Silvio Berlusconi corresponsabile del misfatto (processo in itinere, che finirà carta straccia per i noti interventi di servi-legulei e di un parlamento la cui maggioranza è fatta di sodali che temono di tornare nell’anonimato e perciò si fanno complici di ogni nefandezza).

  21. Attilio Bianchi
    27 Aprile 2011 @ 16:31

    Caro Cagliostro,
    vedo proprio che le mie istanze sul dopo Berlusconi non ti interessano, o peggio, proprio non riesci a darmi una valida alternativa. Non avertene a male ma sei in buona compagnia a sinistra. Ora come allora c’ era un mostro da abbattere, ma non pensando al dopo Craxi e Andreotti (per sintetizzare) ci si è accorti tardi che si faceva avanti un mostro ben più pericoloso dei primi. Ora vorresti che si cadesse nella stessa trappola giustizialista? Comunque, visto che nutro una certa stima intellettuale nei tuoi confronti voglio venirti incontro. Il prossimo presidente della repubblica sarà proprio S.B., del consiglio G. T. e della giustizia il nostro M. P.

  22. cagliostro
    27 Aprile 2011 @ 17:55

    caro Attilio,
    come ogni cosa umana, anche Berlusconi avrà un epilogo (e mi auguro vivamente che non sia un epilogo tragico- più per le istituzioni che per lui-, anche se tutte le premesse deporrebbero, purtroppo, per una ipotesi infausta). Quello che è grave, e tu lo dimostri ampiamente, è che con ‘dominus Berlusco’ (così lo definisce l’illustre cattedratico Prof. Franco Cordero) non finirà il berlusconismo, questa deformazione della politica intesa come spettacolo, come promesse fantasmagoriche lontane mille anni luce dalla realtà, come inno al virtuale contrapposto alla serietà di una politica intesa nel senso vero del termine, ossia “cura del bene pubblico”.Le menti di molti italiani dalla cultura raccogliticcia formatasi dagli e sugli schermi di certa televisione commerciale, non sono in grado di valutare con serenità i pericoli che ci sovrastano. Io auspico solo che le tue previsioni non si concretizzeranno punto. Non vorrei vedere il Quirinale ridotto al Bunga Bunga ed un Presidente del Consiglio alquanto enigmatico, che fin qui ha fatto il teorizzatore della finanza creativa per poi passare al Colbertismo ed ora a teorizzare (proprio lui) maggiore intervento dello Stato in Economia. In quanto poi all’auspicato, futuro ministro della Giustizia, il quadro di desolazione risulterebbe completo: un uomo che non sa che cosa sia arrossire di fronte alla sfrontatezza più estrema (e non sa arrossire non solo perché glielo impedisce la sua barba bianca…). Attilio, Attilio!! Anch’io, nonostante le tue ultime uscite ‘politiche’(ti credevo veramente di sinistra, autenticamente di sinistra, ossia non ‘craxiano’ per dovere di firma ma fautore di una sinistra fatta di ideali, di senso del bene comune, di difesa dei più deboli ect.), nutro una certa stima intellettuale nei tuoi confronti. Onestamente però ora ti vedo più come attore comico che teorizzatore di profili istituzionali e politici futuribili.Se in te esiste la onestà intellettuale (come credo), un giorno non lontano dovrai ammettere che le tue diagnosi attuali ed i tuoi auspici si saranno rivelati … merce avariata.
    NB-Che mi dici dell’esito del vertice italo-francese, meglio franco-italiano? Bel risultato, non è vero??? Lo dice Bossi che stiamo diventando ‘una colonia francese’. Ieri sera poi, uno come Luttwak ha finalmente ammesso con chiarezza che B. non gode della stima dei colleghi nei consessi internazionali…

  23. Attilio Bianchi
    28 Aprile 2011 @ 02:16

    Carissimo Cagliostro,
    sul vertice penso che sia quelcosolì ( in francese sarkosy) che sia venuto in Italia e non viceversa. E non è cosa da poco.Come vede io rispondo. Attendo invece Vostre notizie in merito al dopo Berlusconi deposto dalla magistratura giacobina.Io non auspico comunque, analizzo e non vedo valide alternative a Berlusconi a parte Bruti Liberati. Mi illumini viceversa visto che Edmundo non farà politica……

  24. Cagliostro
    28 Aprile 2011 @ 09:11

    @Attilio,
    il dopo Berlusconi io lo vedo fatto di una DEMOCRAZIA vera nella quale la Politica sia al servizio di tutti, non di una casta di privilegiati che hanno fatto strame di ogni regola di civile convivenza, che hanno assaltato i sacri principi di un certo Montesquieu (conosci?). Una Italia che non sia impostata sul virtuale, sulla propaganda più becera, insomma una Italia in linea con quanto stabilito dai nostri Padri Costituenti (che non erano cialtroni come certa classe politica attuale!!!) e che sapevano benissimo che la LIBERTA’ non è cosa che si conquista una volta e definitivamente, ma gioiello che va coltivato e riconquistato giorno dopo giorno…
    So, tuttavia, che questa Italia sarà difficile da ottenere giacché il virus del berlusconismo richiederà anni per essere debellato. Questa opera di ricostruzione richiederà comunque uno sforzo collettivo di tutte le forze autenticamente democratiche (un nuovo CLN, per intendersi) impostato su una nuova generazione di politici che non mancano di certo anche in questo parlamento (nel quale, per inciso, ci sono 57 inquisiti o condannati in modo definitivo, alias pregiudicati).
    Ed i partiti democratici odierni dovranno, giocoforza, addivenire a questo accordo, limitato nel tempo, per ricostruire un tessuto connettivo alla società italiana e tornare poi ad elezioni vere che ELEGGANO (e non nominino) i nostri rappresentanti…
    Ed ora, caro Attilio, credo che sia tempo di finirla qui: io non pretendo di ‘convertire’ te, sarebbe fatica improba; saranno il tempo e gli eventi a farti cambiare strada… Del resto, sarebbe una tua pia illusione portarmi sui tuoi attuali passi, sarebbe una azione contro la mia natura di uomo libero e raziocinante. Un saluto cordiale, con i migliori auguri per le sorti di questa nostra povera Italia e per il nostro povero paese di Lozzo dall’incerto domani.
    Nota bene. Continuare a dibattere così, diventerebbe un dialogo fra sordi, alquanto stucchevole per i nostri pochi lettori.

  25. l’altra faccia del Concertorium » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    30 Aprile 2011 @ 08:41

    […] Rilevo, con disappunto, che in questi tre anni non vi è stata ancora nessuna rappresentazione teatrale di respiro … nazionale, nessun melodramma di spessore è stato consumato e si sente anche, fortissimamente, la mancanza di una conferenza di Paniz su Ruby, oppure sulla prescrizione breve o magari sul “brigatismo siciliano“. […]

  26. Il vero Paniz? Ve lo sveliamo noi » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    3 Maggio 2011 @ 09:01

    […] per il rubycondo caso Ruby, per l’emendamento sulla prescrizione breve e per il “brigatismo siciliano“,  ha avuto anche l’onore di una intervista, un po’ troppo sussieguosa a mio […]