2 Comments

  1. Cagliostro
    11 aprile 2013 @ 13:19

    @Redattore,
    come già precisato in altro commento, l’esimio sen. Piccoli ha dovuto lasciare la carica di sindaco di Sedico per la incompatibilità, sancita da una recente norma di legge, fra la qualifica di parlamentare e quella, giustappunto, di sindaco di un Comune con più di 5000 abitanti (non 20.000, come precedentemente normato). E rientrando egli in tale fattispecie, non essendo più sindaco, è itervenuta anche la ‘decadenza’ da presidente BIM.

  2. Danilo De Martin
    11 aprile 2013 @ 14:20

    @Cagliostro,
    benedetti Radicali. Peccato comunque, perché con il sostegno di un po’ di ovomaltina il neosenatore avrebbe potuto cimentarsi in ciò che era già riuscito, prima di lui, all’altro senatore, Vaccari, ora in rimessa. Non fu Zanolla sul Gazzettino, un articolo memorabile, a dire che a Piccoli bastava lavorare mezz’ora per fare ciò che altri non potevano concludere che in una settimana? Tali forze della natura appaiono ogni morte di papa. Dispiace per Sedico.