De Menech e le affinità elettive (tutto 'di corsa', naturalmente)

Ho visto correre un ronzino. Ho visto correre anche un piddino.

‘Sti qua vanno “di corsa”. ‘Sti qua, il sabato prima del voto, ti chiedevano di votare Sì. E così facendo ti chiedevano di cancellare, disintegrare, frantumare, polverizzare le Province (che la revisione costituzionale infatti annullava).

Poi venne la domenica (e il No) con la scure.

E, di corsa, il lunedì, con una faccia di bronzo-ottone-peltro che solo il piddino-piddone può sfoggiare, gaiamente, prendendo atto che “il quadro politico è radicalmente cambiato”, ‘sti qua rimangono (che è verbo [leggi tutto …]

vaccino TBE: Piccoli interpelli gratuiti...

Dei due tromboni – quello di Fotti Italia (FI) e quello dei Poveri Deficienti (PD) o, in alternativa, Partito Delinquenti o anche Psico Dramma collettivo – pensavo che a suonare per primo sarebbe stato quello di area piddona e bimbominkiona (vedi le ultime dallo strenzi storno) . Invece no: a stracciarsi le vesti per la gratuità del vaccino per la TBE s’è intanto fatto sentire quello di Fotti Italia.

“Vaccini gratuiti per la Tbe come in Friuli. Regione e Governo devono garantire gli strumenti finanziari”. E’ [leggi tutto …]

il PD in Veneto vale un cazzo (moscio)

PDE, dovrebbe chiamarsi, partito disfunzione erettile. In Veneto non gli è mai tirato davvero, ma adesso è proprio floscio. Talmente floscio che non riescono neanche più a menarselo, là nella cupa ombra delle oceaniche incompetenze nelle quali si dimenano. Ci vorrebbe una valchiria, come la Moretti, per ridare vita al canotto foffo (questa è ironica, mi raccomando).

Anche il peones dolomitico, perché dall’entrata in parlamento non ha ancora dato segni di affrancamento da tale ovvia condizione di partenza, per quanto si dimeni, sembra un avanotto fuor [leggi tutto …]

la bella e il peones (divagazioni sappadine)

La bella statuina (vicesegretaria nazionale del PD):

«Io credo che debba essere rispettata la volontà dei cittadini, che sono stati molto chiari e si sono espressi liberamente», ha commentato la presidente a proposito dello stralcio del Senato. E, si badi, lei è la vicesegretaria del Partito Democratico.

il peones (segretario regionale del PD):

«Davanti abbiamo due strade: possiamo spendere le nostre energie per affermare principi generali (il rispetto della volontà popolare) e rincorrere soluzioni istituzionali come lo smembramento amministrativo dei territori. Oppure possiamo, io dico dobbiamo, rafforzare le [leggi tutto …]

De Menech e il 'bene collettivo dei territori e dei cittadini'

Il peones piddino (parlando in merito a Sappada in Friuli):

«le sfide che ci interessano non sono dentro i partiti o nelle aule dei palazzi, ma attengono al bene collettivo dei territori e dei cittadini».

Convincente, il peones, no?

Basta, per dire, pensare a Verdini e alle ultime “manovre” di palazzo (rimpasto in arrivo) per puntellare il bimbominkione. E, davvero, anche qui all’ombra delle Dolomiti, non ti vengono in mente altro che “bene collettivo dei territori e dei cittadini”.  Averne altri così, di peones.

(a proposito: grazie Tosi: “Fare [leggi tutto …]

fusioni: De Menech e i sindaci conservatori di montagna

Il peones piddino, parlando delle fusioni dei comuni, rigurgita:

«Spesso i sindaci vengono descritti come conservatori, soprattutto quelli montani, però ci si dimentica che le uniche iniziative per ridurre il numero di Comuni e renderli più efficienti sono proprio quelle degli amministratori locali».

A parte che se una legge statale (rinforzata da una spinta regionale) ti dice, sostanzialmente, che te lo ficca in culo d’autorità se non unisci i servizi o ti fondi fino a 3000 abitanti (5000 in pianura), non è che ti resta molta alternativa: [leggi tutto …]

De Menech e il decreto 'tontorrenza' (con l'eliminazione del parity rate)

Solo un piddino – figurarsi un piddone – può gioire di una norma che soffoca la libertà contrattuale (tra soggetti privati) inserita in un disegno di legge che ha il nome “concorrenza”, e che la concorrenza la dovrebbe esaltare, semmai, non soffocare.

Il nostro peones dichiara orgoglioso che:

[…] «Il provvedimento», continua De Menech, «riporta agli albergatori la gestione delle proprie strutture in termini di tariffe, riduce la rigidità di un mercato comunque in espansione e aumenta il tasso di concorrenza a tutto vantaggio dei clienti. In [leggi tutto …]

De Menech che dice che 'gli ultimi esperimenti non sono stati positivi eh!', non ha prezzo

De Menech è uscito dalle catacombe, dove si era cacciato dopo l’affondamento del PD alla fossa delle Marianne, ossia dopo la rovinosa disfatta delle regionali. Quando esci dalla catacombe non puoi che essere rintronato, con tutta la luce della realtà che si accanisce sui tuoi occhi. Ma è quel “eh!”, quell’intercalare posto dopo “esperimenti… positivi” che, all’ascolto, risulta fantastico (non ha prezzo, davvero). Come genitore-2 che, sconsolatamente, dice al figlio, reduce da un 2 in matematica, con tono vagamente paternalistico, “non è che il risultato [leggi tutto …]

De Menech, l'anello sodomitico e l'anno saturniano

Si rifà vivo il peones piddino (dopo il recente schianto elettorale). Non so davvero cosa abbia in testa ‘sto qua, ma dice che:

Completando l’”anello delle Dolomiti” la ferrovia diventerebbe un formidabile strumento a supporto del turismo e dell’economia montana, soprattutto in vista dei Mondiali di Cortina del 2021. […]

Magari la frase è la somma di due pensieri espressi in momenti diversi (prima il peones piddino, poi la sua controfigura). Ma così com’è riportata non lascia dubbi riguardo alle capacità pindariche del soggetto.

Esprimendosi in “anni terrestri”, [leggi tutto …]

la Moretti 'minaccia' il peones De Menech

C’è un gustosissimo articolo di Fabrizio Roncone sul Corriere della Sera che, con elegante ironia, fa a pezzi la poverella pon-pon. La quale poverella, ad un certo punto dice (neretto nostro):

[…] Le responsabilità: forse sarebbe il caso di essere più precisi. «Qualcosa evidentemente non ha funzionato e nei prossimi giorni avremo la lucidità per fare una riflessione complessiva che riguarda sia il partito nazionale, sia la segreteria regionale. Certo su di me ha pesato anche un giudizio sull’operato del governo».
Questo è un attacco, durissimo, a [leggi tutto …]