Sciolta Cinica chiede la proroga dei commissariamenti delle province 'in vista della loro definitiva cancellazione'

Non c’è bisogno di chiarire quale sia la mia posizione nei confronti di Scelta Cinica e del suo faro (spento) monti (ancora rigorosamente in minuscolo), ma lo faccio lo stesso: un cumulo di letame ben vestito. Se poi ci riferiamo a ciò che questo partito incrostato di centralismo e crollato nei sondaggi al 4% pensa dell’Autonomia come concetto generale, il letame cambia addirittura aspetto e sostanza … .

A tutto ciò si aggiunga la ciliegina amarissima sulla torta, per chi crede ancora nella possibilità di tornare al voto, di salvare la provincia di Belluno (e Sondrio) e di creare finalmente una Belluno Autonoma, posata recentemente con l’accoglimento da parte del governo di un ordine del giorno di Scelta Cinica in cui si chiede la proroga dei commissariamenti delle province, in vista della loro definitiva cancellazione, prevista dal disegno di legge del governo che dovrebbe giungere in discussione in aula il 9 novembre.

“Scelta Civica, continua nel solco dell’azione del presidente Monti, ed è per la cancellazione delle province perche non le ritiene enti costosi ma enti inutili per il cittadino …”. E pensare che qui in provincia Scelta Civica aveva avuto anche un “bonus” di voti che l’ha portata al 15%, 5 punti sopra la media nazionale del 10%. Scoccia sempre ricordare che … io ve l’avevo detto.

‘Sti qua vi venderanno per un piatto di lenticchie.

 

I commenti sono chiusi