6 Comments

  1. Tweets that mention Se la gente di Lozzo non va a consiglio, portiamo il consiglio alla gente di Lozzo » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti -- Topsy.com
    19 Aprile 2010 @ 08:22

    […] This post was mentioned on Twitter by BLOZ. BLOZ said: BLOZ: Se la gente di Lozzo non va a consiglio, portiamo il consiglio alla gente di Lozzo http://bit.ly/aD13Kh […]

  2. frison
    19 Aprile 2010 @ 09:41

    “Se la montagna non va a Maometto, Maometto va alla montagna”. Sta seguro che é duto ‘na finzion, basta dì che cuanche era stou proposto l’uso de la radio de la parrocchia, i à tirou fora mille scuse: “no la é nostra”, “no i lo fa da nessuna parte”. Calche dun i à fato presente che no era vero e à portou l’esempio de Cortina, de Pieve e de autre paesi. I à negou anche l’evidenza, no i volea fei savé nuia, chesta e la verità. Ades ‘l capon l’invida la dente a Consiglio, nessun va pì a sientilo con chesti ciare de luna…E pò ades le marachele le é belo stade sconte….

  3. DELIBERATECI
    20 Aprile 2010 @ 05:37

    Carissimo Danilo, non sarò certo portato per fare paragoni ma ho pensato immediatamente ai miei figli gemelli, Giacomo e Giorgia. Loro, infatti, quando fanno un compito in classe, ed il risultato è soddisfacente, secondo quelle che pensano siano le mie aspettative, non faccio nemmeno in tempo ad entrare in casa che mi urlano il voto dal balcone: “ho preso otto in inglese!!”, “io ho preso otto e mezzo!!!”. Tanto è il fracasso che persino Catina dalla finestra di rimpetto alla nostra mi guarda e dice ..”che brae tosate”…Quando il voto invece è negativo fanno finta di niente e tocca a me chiedere ….come è andata? ( io so già come è andata ma Catina no, non sapendo che avevano il compito; infatti mi dice sempre: ” i ciapa sempre biei voti chi tosate”)…Loro ovviamente, se il voto è negativo, fingono di cascare dalle nuvole ma poi devono cedere e, ahimè, confessare; non è che dicano “siamo i migliori ma se abbiamo preso un brutto voto non è colpa nostra”, sennò potrebbero già essere assessori in regione (a no scusa sono bellunesi), ma adottano anche loro la famosa tecnica della arrampicata sugli specchi. (Le delibere non le pubblichiamo integralmente perché un giornalista ….taratira trallatira, trallalla…etc). A Pieve si vede che non lo temono quel tale giornalista. Ecco dunque cosa penso delle delibere che non vengono pubblicate sul sito del Comune integralmente, o meno rilevante, secondo me, i file MP3 delle sedute del Consiglio….. Si vede che gli amministratori del bene comune, ahinoi, non sono soddisfatti e fieri delle cose che stanno facendo, dico io. Comunque mi sorge spontanea una domanda, non so se puoi rispondermi tu o qualche pseudonimo. Se un cittadino fotografa le delibere di giunta apposte sull’ albo pretorio con una digitale e poi pubblica i file jpg sul suo sito, commette reato? Sane e bona Autonomia a dute quante.

  4. Danilo De Martin
    20 Aprile 2010 @ 08:43

    Carissimo padre di due gemelli che si chiamano Giacomo e Giorgia,
    fortuna che non sei portato a fare paragoni… Il tuo “paragone metaforico” è assolutamente efficace nel descrivere la situazione in cui ci troviamo. Apro una parentesi: chissà quante idee ti farfugliano in testa riguardo a Zeloz ma voglio farti lo stesso una proposta: cosa ne pensi di sviluppare un personaggio come quello che impersonava Dario Fo … e lo chiami magari Mistero Lozzo, al posto del Mistero Buffo originale. E poi ti metti sul palco a “castigare” i politici locali, sindaci compresi. Non credo che arriverai al nobel di Fo ma … non se sa mai nte la vita.

    Bellissimo il passo “sennò potrebbero già essere assessori in regione (a no scusa sono bellunesi)”. Però sulla fierezza e soddisfazione delle cose che stanno facendo ti sbagli. Non hai visto come gira in giro il sindaco in questi giorni? Si sta (stanno) gonfiando il petto in attesa dell’inaugurazione del museo della latteria. Ha già preparato le caramelle da dare a tutti i volontari che hanno lavorato in questi anni …

    Per le delibere: ho già pubblicato la delibera dei 3.400 € per il concertone del concertorium; certo che si può fare! Però, disea i vece, o son a Doana o son a Baion (parlo par me). Basterebbe che la minoranza si decidesse a rendere pubbliche le delibere sul blog. Ma probabilmente aspettano che entri in vigore la delibera di Brunetta. Così hanno perso una occasione, di grande valore simbolico, per far capire che “ci sono e ci tengono …“. Con molta onestà: la pratica di pubblicare le delibere non servirebbe a migliorare (se ve ne fosse il bisogno) la capacità amministrativa della gente che governa (se ni né nin dai). E’ semplicemente il primo scalino di una vita democratica e, tiente forte, trasparente. Bona Autonomia a dute quante.

  5. Attilio Bianchi
    21 Aprile 2010 @ 00:55

    @DELIBERATECI: Te se proprio n pindol ko le ale. (Scusa Danilo ma dovevo dirlo)
    Per esempio, tornando a noi, dal titolo di una delibera (e solo da quello!!) ho saputo che il signor Taferner ha il contratto fino al 2013 per la casera delle Armente, ergo si può già iniziare a progettare o preparare il terreno di un’ alternativa “VIVA” di quelli da Lozzo che punti alla produzione del “Formai de la Monte”; no Mus-sei…e Mus-resterai de la Lataria, che va ovviamente bene ed era bellissimo anche prima, ma se insieme ai Mus-sei ci mettessimo anche visita a Pian dei Buoi per vedere come si fa il formaggio al giorno d’ oggi, visita guidata al futuro “Parco de la Memoria”, i Mulini, magari con pernottamento nei rifugi, allora si che si vedrebbero le scolaresche a frotte salire dal bassopiano. Fino al 15 Settembre ovvio, dopo inizia la stagione della caccia. Qui potrebbe entrare a pieno titolo Help…I need somebody…Help… nel preparare le basi di una cooperazione tra i, penso io, molti paesani che, a vario titolo, darebbero volentieri un contributo, chi più chi meno, alla causa della monticazione del terzo millennio in quel di Lozzo… (visto che Mauro parlava anche di pastorizia). Non oso immaginare nelle mani di un buon “Mistro” che qualità di formaggio ed altri latticini si otterrebbero dal latte del pascolo di Pian dei Buoi. Per l’ inverno la stalla di Lucio accoglierebbe il bestiame con sommo piacere. Grazie per la risposta sulle delibere che mi ha messo di buonumore, non prendo impegni ufficiali, ma è stato interessante guardare le delibere “de chi da Pieve”, poi mi sono stufato perché ovviamente non mi riguardavano direttamente, essendo cittadino di Lozzo. In quanto a Zeloz l’ idea è quella di una seduta spiritica fra ragazzi…”come che se farea ‘n ota”..ti anticipo solo che uno dei personaggi che tornerà a trovarci è P.F.Calvi (pace all’anima Sua). Ciao e Bona Autonomia a dute quante.

  6. Danilo De Martin
    21 Aprile 2010 @ 07:48

    Attilio, a suo tempo ti avevo già fatto delle avances (se tu fossi stato una donna …), non ho cambiato idea. Mutuando la cosa da “Facebook” posso per ora solo dire “Questo elemento mi piace“. La tua sintesi è limpida. Non facile a farsi, ovvio, ma “ogni lungo cammino inizia sempre con un primo passo” … Ei la Lola che me ciama. Devo feili la permanente. Là da dì a n apuntamento co la storia. Ma torno ben su l argomento. Bona Autonomia.