talpine, scorpioni, fotografi e amministratori illuminati

@osservatore fa un’incursione nel BLOZ:

Ormai è chiaro ai più, Danilo preferisce Fotografare che Amministrare, è più facile. Ve lo immaginate Danilo, eletto sindaco, che gira per il paese a fotografare e poi correre nel bunker per metterle sul bloz, perchè lui continuerebbe a criticare, lui è uno skorpione.

Mi viene in mente un  mio articolo scritto un po’ di tempo fa: 27.000 euro al giorno: tanto vale il ‘buco’ del Bim-Gsp dal 2004 ad oggi. Mi dilungavo poi nell’attribuire la cosa alla gestione di quel partito di marmellata che è il PDL, ma questo non cambia i termini del problema. Chiedo a @osservatore:

E’ questo l’AMMINISTRARE che ti piace? Eh, talpina!

In quanto a fotografare: ogni articolo di questo BLOZ non è forse una “fotografia” della realtà così come la vedo e interpreto? Rispetto alla capacità di autocritica (se è questo a cui alludevi), credo di esserne capace (ma non sarebbe un atteggiamento compulsivo come quello da te descritto “perché lui continuerabbe a criticare …”).

Chiedo invece al libertario @y:

Per criticare lo smagliante operato dei sindakos devo forse fare anch’io un buco di 80 milioni di euri (cioè 27.000 euro al giorno) o posso sentirmi esentato da tale incombenza?

 

6 commenti per talpine, scorpioni, fotografi e amministratori illuminati

  • Cagliostro

    @Danilo,
    bisogna proprio dirlo: hai trovato due interlocutori veramente competenti, motivati, di una impeccabile coerenza, del tutto “consequienziali” per acume, fedeltà al loro ‘politicamente corretto’, animati da costruttivo spirito critico,dotati di un senso della logicità che definire lapalissiano è dir poco, mossi da sviscerato amore per le attuali Istituzioni “venziane”, sostenitori dell’attuale ottimale ‘status-quo’,
    insomma due perfetti esempi di cittadini entusiasti e perfettamente in linea con quanto di meglio offre oggi la società lozzese.

  • y

    @Danilo,
    per criticare devi provare a fare qualcosa di meglio. Allo stato attuale non escludo che avresti fatto di meglio tanto quanto non escludo che avresti potuto fare anche di peggio.
    @Cagliostro,
    le persone arroganti, autoreferenziali, snob e piene di se come te sono quelle che piu’ detesto per cui concordo con quello che mi hai detto tu tempo fa e ti , cacchio non mi viene più quel termine, vabbè dai ti cancello. Anche perchè sei proprio palloso anche nel modo di scrivere oltretutto.

  • @y,
    siente bambin de oro, sei stato tu a dire che bisogna essere all’altezza degli altri per poterli criticare. E allora rispondi, cazzo: devo fare anch’io un buco di 80 milioni di euro, portandomi quindi al livello di tutti i sindaci, per poterli criticare?? Dai, dillo: SI o NO? Ripeto: SI o NO?

  • Cagliostro

    @Danilo,
    spero che finalmente, a forza di dai e dai, QUEL certo soggetto, abbia capito che proprio non mi va di interloquire con tipetti par suo. Tempo fa, dissi che per dialogare, anche su di un blog, bisogna avere un minimo di “idem-sentire”, avere equilibrio, saper confrontarsi nel merito dei problemi da dibattere senza indulgere a personalismi, senza evidenziare tendenze ad andare fuori tema oppure a dare giudizi molto soggettivi sulle presunte qualità o difetti dei contraddittori. Quanto è scritto poco sopra – e tutto il pregresso – dimostra che, ahimè, avevo visto giusto nel rifiutare ogni dibattito con personaggi simili. Mi tengo volentieri “la mia arroganza, la mia autoreferenzialità, il mio essere snob e pieno di me stesso”, ma sono più che mai dell’avviso che il dialogo con persone così ‘virtuose’ è per me proprio impossibile e desidero “obnubilarle” (ecco il termine tanto difficile per il dotto soggetto), con vero cristiano rincrescimento ma con altrettanto giustificata e razionale motivazione.
    Troppo il divario, anche culturale, tra un simile pozzo di scienza e la modesta caratura del sottoscritto. E poi, caro Danilo, suvvia, a tutti non è dato di riuscire accattivanti, mentre da taluno, magari, si può ottenere considerazione e perfino rispetto.
    Il fatto che il mio modo di scrivere non sia apprezzato dal soggetto in questione, non mi scompone più di tanto. Mi dispiacerebbe se ci fosse stata, e ci fosse, una considerazione negativa da chi la penna la sa veramente usare e da chi, anche per il mio passato di pubblicista, mi ha giudicato con ben altro metro di quello che sta usando qualche teatrante Podrecca da strapazzo.
    Con questo mio intervento, spero proprio che sia scritta la parola fine ad un veramente ‘palloso’, ‘insistente’, maleducato riferimento alla mia persona, che nulla ha a che vedere con l’essenza di un confronto civile. “Non ti curar di loro, ma guarda e passa”: giusto epitaffio a questa non entusiasmante vicenda.

  • y

    @Danilo,
    NO ! Devi fare un buco di 79.999.999 euro. Cosi avrai dimostrato che hai saputo far meglio. Per il momento non mi sembra tu non abbia dimostrato ne di saper far meglio ne peggio. Per cui il mio dubbio rimane.
    @Cagliostro
    forse è vero che sono un tipetto, ma il mio carattere umile non ne fa diventare un cruccio. Lo stessa caratteristica mi permette di non ridurmi a sfogare le mie frustrazioni, magari generate da precedenti e non cosi lontane esperienze, su un blog. Tranquillo comunque eviterò di leggere ogni tuo scritto cosi eviterò di cadere in tentazione, oltre chiaramente che a perdere tempo. Consideriamoci quindi rispettivamente “obnubilati” (giuro che stavolta me lo segno).

  • Tamarindo

    @y,
    ‘ntanto te dovarae mparà a scrive ‘ntin meo ‘n talian: “Per il momento non mi sembra che tu non abbia dimostrato…” A ciasa mea doe negazion fa na affermazion, o sbaglio? Daspò, ‘l to modo de fei, la toa supponenza e la toa mala educazion me fa proprio pensà che te sea ‘ntin (solo ‘ntin)frustrou e che te sea portou a vardà la paiuta ‘ntel ocio del prossimo e a trascurà la toa bela trave (basta liede ‘l Vangelo). Se te fosse veramente umile, no te usarae chesti toni. Me sa che te mancia proprio la sincerità: tu te ses duto fora che umile. Scusa se son ntin crudo ma me sientio de dite chesto tanto, anche se Cagliostro non à besuoi de avocate che lo difende.