il senso dei sindakos per l'Autonomia

O dell’insostenibile pesantezza dell’essere sindakos…

Corgi trying to get over a little fence. pic.twitter.com/tma9EdJxdi

— Life on Earth (@planetepics) October 16, 2017

 

i sindaci si autoscassano in vista del referendum

La sega saga continua… Allora: par di capire che Super-Padrin, con i suoi super-poteri, abbia riunito in plein air plenaria i suoi pari 

Ieri i sindaci, riuniti in assemblea dal presidente Roberto Padrin, hanno discusso a lungo sulle modalità e i contenuti della campagna referendaria…

Se il più paro dei pari invita i suoi pari in assemblea, visto poi l’argomento di tale assembramento – l’autonorendum al gusto fragola -, ci si aspetterebbe (come minimo) che i suoi pari accorrano all’unisono. Diciamo che su 65 borgomastri c’aspettiamo di [leggi tutto …]

Veneto Strade, il blocco dei treni e l'augurio di Osho

Domenica scorsa sulla prima del CorrierAlpi campeggiava – in riferimento alla situazione di Veneto Strade e alle intenzioni dei sindaci – un titolo quasi bolscevico:

La proverbiale rabbia dei nostri sindakos m’ha fatto tornare alla mente un episodio che li ha visti protagonisti, una buona parte di loro, all’epoca del black out. Un episodio da Cuor di Leone se per celebrare il loro coraggio giunsi a confezionare questo titolo: black out in Cadore: ‘i sindaci: denunciamo tutti’ (o del ruggito dei conigli).

Com’è andata a finire lo sapete: [leggi tutto …]

il sindaco di Vigo di Cadore: un titano contro lo spopolamento

Riflessioni semiserie prendendo spunto da quanto letto qui: “Una sfida contro lo spopolamento“:

Da una settimana Vigo di Cadore ha un nuovo sindaco.

Nuovo sindaco? Da quanto scritto sembrerebbe piovuto dal cielo. Semmai, nuova amministrazione. Il sindaco è vecchio, nel senso che è stato rieletto: è al suo secondo mandato. Quindi, se c’è qualcosa di nuovo è il mandato.

Uno dei problemi più pressanti che Mauro Da Rin Bettina si trova ad affrontare, è il calo demografico del suo comune, che in questi anni ha raggiunto un livello [leggi tutto …]

sindakos, spopolamento e onde gravitazionali

Sottotitolo: sindakos alla scoperta dell’acqua semifredda.

Un po’ come per le onde gravitazionali. Alberto aveva detto che secondo lui ci dovevano essere. E allora cerca, cerca, disperatamente cerca. E alla fine si sono svelate.

Uguale per lo spopolamento: “eppure” – s’interrogavano i sindakos – “ci dev’essere, da qualche parte ci dev’essere“. C’erano seduti sopra. Dopo anni e anni di disperate ricerche, se so’ accorti.

 

Ora è allarme !!

a Calalzo di Cadore, l'acchiappa - volantinatori

Mentre in Francia il Fronte Nazionale di Le Pen viene sbarrato dai social-repubblicani (che si sono inculati a vicenda pur di fermare Marie), a Calalzo di Cadore s’è alzato il fronte locale avverso i volantinatori selvaggi.

CALALZO. Ben 200 euro di multa per chi ha osato appoggiare un volantino commerciale alla maniglia dell’ingresso di una casa. D’altra parte lo prevede un provvedimento dell’amministrazione municipale di Calalzo che risale ancora a cinque anni fa. Il sindaco Luca De Carlo vuole una città pulita e non sopporta che [leggi tutto …]

ma parlano tra loro, i sindaci del Centro Cadore, o bevono soltanto?

Il 19 novembre il sindaco di Lozzo, pur biascicando in certe parti del discorso, ci ha fatto sapere di aver avuto, da parte del “suo” consiglio, il mandato (parole testuali) “di andare nella direzione del comune unico, fuso, fondersi con il comune di Auronzo e i comuni dell’Oltrepiave“.

Il 25 novembre i tre sindaci occidentali (Pieve, Perarolo e Calalzo), con i relativi consigli, si sono riuniti in seduta congiunta (e pensate che neanche la neve caduta copiosa è riuscita a fermarli) per dare avvio allo “studio [leggi tutto …]

Usl, acqua vietata e protesta dei sindaci

I sindaci protestano per l’ “eccesso di sicurezza da parte dell’Usl“. E’ che l’Usl ci ha a cuore più di quanto non c’abbia a cuore la masnada dei sindakos. Infatti, questi ultimi l’hanno ficcato per benino in culo alla loro comunità (e non è cosa tanto igienica, ne converrete), allorquando applicarono, con un atto di pura e ineffabile genialità, l’aumento del 30% sulle utenze (e del 5% per ogni anno da qui al 2019) a seguito della gestione kolchoziana (e, cazzo, in regime di puro [leggi tutto …]

tira più un pelo della Moretti che un carro di Piccoli

“Anche noi sindaci votiamo Alessandra Moretti”.

Una congregazione di “eletti” scippa il brand “noi sindaci” a tutta la categoria: siete degli avvoltoi. Per il bene della nazione tutta, suppongo. Toh: Nitro e Glicerina ancora affiancati: che coincidenza. A proposito: ha ceduto. Il centrodestra doveva spingere di più (un cavallo di razza si tiene strigliato a dovere).

Che perdite, disse l’assorbente.

I Sindakos del Bim-GSP, nei dieci anni che abbiamo alle spalle, hanno rappresentato la più grande vergogna di questa provincia. Ma questo dev’essere l’inizio di una nuova era. [leggi tutto …]

il sindaco di Lozzo e le dimostrazioni di complessità

Continuazione delle chicche presenti nella graffiante intervista fatta al sindaco di Lozzo dal direttore de il Cadore. Nell’intervista, che è ovviamente fatta a tavolino, i due… duettano su un tema, come dire, delicato: l’unione dei servizi fondamentali.

[…] è stato calato dall’alto l’obbligo per i Comuni sotto i 3000 abitanti di aggregare insieme le funzioni fondamentali. Operazione che sta camminando in salita. Giusto?

Purtroppo dobbiamo prendere atto che l’associazione delle funzioni fondamentali tra Comuni si sta dimostrando complessa da realizzare. E non solo qui.

Subito il graffiante direttore [leggi tutto …]