2 Comments

  1. cagliostro
    31 Marzo 2011 @ 07:41

    Quello che appare evidente, a chi abbia soltanto un pò di sale in zucca,
    è che il bilancio consuntivo è stato approvato da una… maggioranza che non è tale. In effetti si tratta di una minoranza rispetto al quorum degli aventi diritto (33 favorevoli su 67 componenti l’assemblea con diritto di voto corrisponde a meno della metà; infatti 34 o non hanno votato (assenti giustificati?) o hanno votato contro o si sono astenuti. Morale: sotto il profilo politico è già una sconfitta per Roccon & C. In quanto poi alle dichiarazioni del Presidente GSP, è da rimanere allibiti dalla provocatoria prepotenza ed insipienza dell’uomo.
    In ogni caso avverto che anche nell’assemblea GSP c’è gente che non ha portato il cervello all’ammasso. Resta vergognoso il comportamento dei sindaci cadorini, in GSP ‘guidati’ dal sindaco di Lozzo (tale Manfreda), di Lorenzago (tale Tremonti, un nome che è tutto un programma) e dallo scienziato sindaco di Perarolo (tale Svaluto Ferro). Del sindaco di Calalzo non parlo, troppo distante da me per statura politica (io sono soltanto un povero cittadino, lui è la quinta essenza della ‘politologia’ applicata alla comunicazione).
    NB Cari Cadorini, tenete bene a mente i nomi sopra riportati e se troverete rincari nelle prossime bollette dell’acqua (quasi si trattasse di benzina alla pompa) ringraziate questi signori.
    La situazione GSP, checché dicano Lorsignori, è tale per cui i libri dovrebbero essere probabilmente portati in Tribunale. La proposta di nominare un Commissario è quella più sensata, unita a quella di cambiare totalmente politica da parte di BIM-Consorzio: meno prebende, niente contributi a pioggia e, soprattutto, onorare gli impegni della consociata senza che questa debba svendere ad altra consociata i gioielli di famiglia (operazione di semplice ‘maquillage’).

  2. da oggi il Bim-Gsp resta (quasi) senza badante » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    28 Gennaio 2012 @ 10:41

    […] giustapposto al Bim-Gsp. Perché a comporre l’AATO erano  i 67 sindaci che compongono l’assemblea Bim-Gsp. Un incesto istituzionale di dimensioni bibliche, per rozzi malpensanti come il sottoscritto un […]