Comune di Belluno mette in vendita un'Alfa Romeo 156. Sindaco, vu cumprà?

Siamo sempre alla ricerca di qualche occasione. Avevo già segnalato un tabellone ed un motorino. E’ arrivato il momento dell’auto. Sindaco, pensaci, dobbiamo dare un’auto alla nostra polizia locale. Lo sai, no, che deve espletare il proprio servizio a piedi, esclusivamente a piedi. Poi, magari, fissiamo le modalità d’uso.  Severe, severissime.

Tu compra la macchina, intanto, sono solo 500 euri. Come quelli che hai dato a Salsa per un convegno. Un po’ meno di quello che ha preso Casagrande per moderare i medesimi. Se mancasse il lampeggiante potremmo … ehm … potremmo pensarci noi con una colletta. Noi gente di Lozzo, anche se, da noi, ti aspettavi di più.

Il Comune di Belluno intende procedere alla vendita dell’autovettura modello “Fiat Alfa Romeo 156” targata BJ 085 NM. La vendita avverrà a trattativa privata, fuori del campo di applicazione dell’IVA. […]

Il prezzo minimo d’offerta è fissato in euro 500,00, importo non soggetto all’imposta sul valore aggiunto. L’auto sarà posta in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova. Tutte le spese di vendita, contrattuali, per il passaggio di proprietà e consequenziali saranno a carico dell’aggiudicatario.

Alfa-Romeo - Giulia

9 commenti per Comune di Belluno mette in vendita un’Alfa Romeo 156. Sindaco, vu cumprà?

  • flinston

    Caro redattore ti trasmetto qui di seguito due link con due immagini che ti pregherei di far apparire direttamente qui fra i commenti (io non so come si fa). Se proprio non si riesce con l’Alfa di cui sopra si potrebbe pensare alla macchina dei Flinston …
    Grazie.

  • Cuore Alpino

    Considerata la provenienza lavorativa (grossissima parola) del 2° è più probabile che la polizia locale di Lozzo venga fornita di un mulo o al massimo di quest’altro
    http://galletto-guzzi.blogspot.it/2010_07_01_archive.html

    si vedrà!

  • Birdwatching

    Ma non avete ancora capito che a questi qua del controllo del territorio non gliene importa una pippa, anzi meno controllo c’è e più libertà c’è per fare di tutto, sia il lecito che l’illecito.
    Quindi RIEN-NISBA-NADA-NIET-PICCHE-0 mezzi di servizio. A piedi che è tanta di salute! E quando arriva arriva, quasi come un malanno, quando meno te lo aspetti questo ti arriva.
    Valli a capire ‘sti uomini e la loro tecnologia.
    Del resto le legioni romane avevano conquistato terre lontane e formato il grande impero romano percorrendolo a piedi, al massimo a cavallo e con i carri trainati da questi ultimi.
    Non vorremmo mica essere diversi dai nostri antenati!
    E le tradizioni? dove andremmo a finire se si cambia?

  • bliz

    Il modello proposto qui sopra andrebbe benissimo, perchè l’auto che vende il comune di Belluno consuma moltissimo, a meno che, visto la proposta di colletta, si potrebbe proporre di far pagare la benzina al capo redattore, concedendogli il piacere di fare, a lato del Conduttore, il Navigatore.

  • @bliz, sono in grado di fare molto di più. Con la legna di Col Vidal sono in grado, io, di fare un gasogeno e trarre da essa legna gas per alimentare tutti i mezzi comunali. Modestamente. SOno poi in grado, sempre col medesimo gasogeno, di ottenere gas partendo da escrementi di qualsiasi tipo. E anche qui, essendovene in gran copia, si tratta solo di operarne la raccolta.

  • Birdwatching

    @bliz, pensa che se solo risparmiassero sull’indennità di qualche dirigente, che varia da un minimo di ex £. 10.000.000 ad un massimo di ex £. 25.000.000, e connessi, potrebbero fornirsi di un buon automezzo e pagare le relative spese di funzionamento e mantenimento. Così facendo, però, non onorerebbero gli accordi pre-elettorali con i loro fans.
    In più, se venisse praticato questo, potrebbe anche venir meno un introito diretto.
    A buon intenditor poche parole.

  • bliz

    Che permaloso! cerca di sorridere, è vero, piuttosto che subire, è più bello fare ad altri dell’ironia con qualche punta di sarcasmo e con un pò di satira. Per quanto riguarda la tua abilità con la legna e la cacca, nussuno aveva dei dubbi.

  • @bliz, condivido al 100% la tua esortazione a cercare di sorridere, ma ti assicuro che quello che ho scritto l’ho scritto con il sorriso sulle labbra, “duettando” con la tua battuta. Finché i problemi restano questi, non varrebbe davvero la pena nvelenise l sango. Preciso infine che, per quanto riguarda gli escrementi, mi riferivo principalmente alle boaze delle mucche al pascolo: passando molto tempo a lavorare di rastrello, volente o nolente … ne intercetto una parte consistente.

  • Pino

    Pensave che chel che disea chel me puoro Pare al val ancora ncuoi.
    Sta atento tosato ricordete che la emme no à da date fastidio, anzi guai se no la fose.
    L’unica roba e da zercà de no rimestala masa se no la puza e la te fa bicià su anche l’anima.
    Eco fiol me, sta atento a no pestale, parchè ghi ne sempre de pi n giro.
    Chele dele vacie no le e cative ma dute chele autre le e tremende.
    Ha, me desmenteao de di che anche con i fasuoi e le castagne e le zeule se podarae fei di i motori, ma se l motor dovese stentà a ciapà chi che se ciata la ntorno podaraè anche restà seco.
    Sane a dute, biei e brute.