4 Comments

  1. L'Economa Domestica
    19 dicembre 2013 @ 15:04

    Uhm, i segnali dal resto delle montagne bellunesi (soprattutto dal Cadore) non sono rosei.

  2. Danilo De Martin
    20 dicembre 2013 @ 09:41

    @L’Economa Domestica,
    non so davvero quali siano i canali di raccolta delle informazioni per questa neonata AIT, ma suppongo che i soci del Consorzio Dolomiti abbiano tutti una email e, se solo collaborassero, potrebbero fornire in tempo reale la situazione delle prenotazioni (ci vuol niente in termini pratici). Credo tuttavia che la raccolta info sia assolutamente disorganica per cui i lanci di agenzia, come quello dell’Ansa, alla fine si presentano come la solita fuffa preconfezionata. Ad ogni buon conto basterà aspettare qualche mese e poi la realtà si affaccerà al balcone. Anche a me pare che “i segnali dal resto delle montagne bellunesi (soprattutto dal Cadore) non sono rosei”.

  3. studio interpretativo di un servizio di A3 (AIT, la nuova startup dei confindustri dolomitici) /3 » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    20 dicembre 2013 @ 14:14

    […] e formai” sulle prenotazioni del periodo post-natalizio con testimonial principale Mondin (già veicolato nei 5 continenti via Ansa), dopo il  carpiato con avvitamento di Cappellaro che ha iniziato a […]

  4. AIT Dolomiti, i percorsi detox e l’osteria numero sei » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    13 aprile 2014 @ 10:06

    […] Da quando è apparsa sulla scena, l’AIT – Agenzia di informazioni Dolomiti – costoletta dei confindustri bellunesi, ci ha regalato più di qualche sorpresa (qui, per esempio, uno studio interpretativo uno, due, tre e quattro, anche se per simpatia preferisco ricordare Cortina d’Ampezzo verso l’esaurimento). […]