Delrio e la democrazia snella (un esempio cristallino di Diritto di Voto)

Fortuna che è un federalista convinto. Fortuna che si pone al fianco di autonomisti quali “Cattaneo, Einaudi, De Gasperi, Gramsci”. Delrio ha pronto un altro disegno di legge che accompagnerà quello costituzionale di abolizione delle Province:

In cosa questo progetto differisce da quello di Monti, mai andato in porto?

«È ancora più snello. Non è prevista nessuna elezione. Le Province altro non saranno che organi gratuiti nei quali i sindaci con più di 15mila abitanti e quelli rappresentanti delle unioni dei comuni più piccoli si riuniranno per pianificare alcune funzioni essenziali: gestione dei rifiuti, scuole, trasporti, scuole. A questi enti resterà esclusivamente la gestione diretta delle strade provinciali».

E’ così che si opera quando si vuole che i governanti siano sottoposti al controllo stringente dei governati. Si fa la dieta, senza elezioni popolari, e tutto diventa più snello. Sul solco della miglior tradizione centralista della sinistra italiota.

Come in Svizzera, insomma :-). Un fiorire di democrazia diretta, un esempio cristallino di Diritto di Voto!

 

I commenti sono chiusi