Destinazione Italia e teste di razzo

Teste di razzo ce ne sono tante in giro. Il problema è che spesso si nascondono. Nel caso di Destinazione Italia, però, si sono oltremodo palesate. Invece di preoccuparsi dei perché gli imprenditori italiani – stritolati da estorsioni di tasse che ormai raggiungono il 68% – siano costretti a chiudere, delocalizzare o togliersi la vita, i barzellettieri d’Italia si stanno impegnando a rendere l’italica repubblica delle banane più appetibile e attraente per gli investitori esteri. Una sorta di dumping di Stato.

E quando uno legge titoli così:

Aziende lombarde, il miraggio svizzero: 263 in lista al Comune di Chiasso

L’incontro per imprenditori organizzato per il 26 settembre nella cittadina ticinese è stato letteralmente preso d’assalto

non gli resta che pensare che, sì, sono effettivamente delle gran teste di razzo. Di buono c’è il fatto che tutto ciò dovrebbe rendere evidente le ragioni per le quali il Veneto deve rendersi indipendente dal mostro italico, subito!

 

I commenti sono chiusi