il Gal Alto Bellunese augura a tutti buone feste e un felice 2014 (per la Pasqua ci siamo quasi)

La vitalità di un ente non si misura dalla vitalità del relativo sito internet. Ci sono siti porno, per esempio, che hanno un successo inspiegabile anche senza alcun aggiornamento: basta ampiamente quello che c’è. Nell’Unione Sovietica i piani quinquennali erano nuovi appena partoriti ma poi restavano così, per l’appunto, per cinque anni (almeno). E si è visto a quali vette di organico sviluppo sia giunta la Russia a forza di piani quinquennali.

Del resto, un conto è un sito di informazioni sputate nella piazza con frequenza quotidiana, un conto è un sito che deve scrutare orizzonti di crescita che si spingono da qui al 2020.  Tuttavia, sempre che l’orsetto aggiornatore sia semplicemente in letargo e non ad abbronzarsi a Rio de Janeiro, sarebbe meglio mettere in cronoprogramma – cioè cronoprogrammare – un aggiornamento della home page del sito del GAL Alto Bellunese che è rimasto un tantino indietro – no, non al liberty – sfoggiando una greeting card risalente all’epoca natalizia che ci siamo lasciati alle spalle.

Mi verrebbe di consigliare un’alternativa frizzante e coloratissima con soggetto carnevalesco tipo “Arlechin batocio”: per pochi giorni ma saremmo ancora in tempo. Ma se si vuol fare un salto di qualità immediato, direi che una bella colomba e qualche uovo pasquale sarebbe la scelta più opportuna (a meno che non si voglia piegare sulla celebrazione dell’equinozio, festa grande da ‘ste parti come tutti sanno). Come che sia, la cosa determinante sarà stabilire se l’orsetto aggiornatore dorme o meno nei paraggi (raggiungerlo a Rio sarebbe alquanto drammatico, immagino). Ma questo dubbio, vedrete, non durerà in eterno (tic-tac, tic-tac, tic-tac …).

(dai, che se fate i bravi poi vi faccio fare un po’ di analisi SWOT: promesso!)

screenshot del sito del Gal Altobellunese il 27 febbraio 2014

I commenti sono chiusi