Lega Nord: Vello vuole la secessione, l'autonomia, la specificità e una principessa con gli occhi azzurri

La secessione la vuole per la Padania, e mi trova (quasi) perfettamente d’accordo, non fosse che abbiamo perso una ventina d’anni proprio per colpa della Lega Nord che, dagli albori in cui si manifestava come forza riformatrice liberale e fors’anche libertaria, è divenuta col tempo malsana forza di governo stiracchiata sulle posizioni di un vomitevole PDL.

L’autonomia la vuole invece per le province padane interamente di montagna, come è quella di Belluno da cui Vello è partito per quel di Assago. E anche qui mi trova (quasi) perfettamente d’accordo. Della specificità, invece, non saprei che farmene, una volta ottenuta l’autonomia piena ossia amministrativa, normativa e fiscale.

Di più. Credo che ogni provincia dovrà acquisire la propria piena autonomia federativa e allo Stato federale – la Padania in questo caso, o Macro Regione del Nord (ma se fosse il solo Veneto a rendersi indipendente mi andrebbe bene lo stesso) – debbano essere delegate le sole funzioni tipiche di rappresentanza (sul modello svizzero).

Ma non basta. Nel territorio della Provincia Autonoma di Belluno dovranno poi essere configurate altre unità territoriali – ovviamente autonome per determinati indirizzi di governo – con funzioni di coordinamento sovracomunale: pensare per la parte alta della provincia di Belluno ai confini della Magnifica Comunità di Cadore di un tempo è fin troppo naturale.

E per la principessa, non è determinante che abbia gli occhi azzurri.

Lega Nord: Vello, secessione, ma autonomia province di montagna
30 Giugno 2012 – 11:24

(ASCA) – Assago (MI), 30 giu – ”Vogliamo la secessione, ma anche l’autonomia e la specificita’ delle province padane interamente di ,montagna”. Lo ha detto, al congresso federale della Lega Nord, Diego Vello, segretario provinciale di Belluno, parlando anche a nome di Marco Campari della Provimncia di Verbania. Belluno e’ una provincia commissariata, dopo che il Pdl ha tolto l’appoggio all’amministrazione provinciale presieduta dal leghista Giampaolo Bottacin, in questi mesi si e’ temuto per la sua sopravvivenza. Di qui la mozione presentata da Vello, che in sede congressuale ha ribadito il sostegno del Carroccio al passaggio dei Comuni bellunesi di Lamon e Sappada, rispettivamente al Trentino Alto Adige e al Friuli Venezia Giulia. ”Noi, infatti, siamo per l’autodeterminazione dei popoli”.

 

2 commenti per Lega Nord: Vello vuole la secessione, l’autonomia, la specificità e una principessa con gli occhi azzurri

  • frank

    @danilo
    infatti… io la preferisco rosso tiziano con gli occhi verdi

  • klement

    Con la specificità si fa solo una guerra tra poveri di Belluno che ha le montagne, Gorizia che ha gli Sloveni, Rovigo che ha il Delta e Asti che ha lo spumante.
    Eliminare le provincia elettive è come tornare al Podestà fascista per risparmiare i costi dei Consigli comunali. Dando al Presidente della Provincia funzioni di Ufficiale del Governo come il Sindaco, si può far bastare una sola Prefettura per regione