be' dai, tutti questi anni non sono poi trascorsi così invano ...

Era un po’ che non rimbalzava per queste valli un distillato di pensiero così pregno di progettualità. Vestire i nuovi panni di responsabile del Consorzio Bim Piave deve aver portato nuova e vitale linfa nelle circonvoluzioni. Il sindaco di Lozzo, tal Manfreda, così sentenzia (neretto mio tranne quello della domanda):

Come potrà il Cadore uscire dalla crisi occupazionale e turistica attuale?

«Da quando sono sindaco di Lozzo, e sono al secondo mandato, ho sempre pensato che esiste una sola strada per sollevare l’economia e dare lavoro ai giovani: fare squadra e promuovere il territorio unitariamente. Non parlare più di una singola località, ma di tutto il territorio. Non parlare di una singola realtà, ma coinvolgere nella promozione sia turistica e sia economica tutti i paesi come siano uno solo. Si utilizzano meglio i finanziamenti a disposizione e si ottengono migliori risultati. Partendo da questa considerazione, già negli anni scorsi ho proposto, insieme ad altre persone che la pensano nello stesso modo, delle iniziative collettive che sembrano dare i primi frutti».

Il nostro illumina anche un angolo finora rimasto al buio: adesso sappiamo che ci sono anche “altre persone che la pensano nello stesso modo”. Straordi-mario!! Ecco spiegato perché la specie umana non ha eguali al mondo. Di fronte a cotanta potenza espressiva il primo pensiero che mi è venuto alla mente è quello che ho rappresentato nel titolo di questo post: be’ dai, tutti questi anni non sono poi trascorsi così invano!!

lasceta-prahlad-jani2

(foto: haisentito.it)

 

7 commenti per be’ dai, tutti questi anni non sono poi trascorsi così invano …