4 Comments

  1. Danilo De Martin
    19 Agosto 2011 @ 09:01

    L’articolo sul Fatto Quotidiano è un po’ carnevalesco, alcune considerazioni sono tirate come gli elastici di una fionda, ma vale la pena lo stesso di leggerlo: Lega contestata, Bossi “scappa” nella notte.

  2. Matteo Gracis
    19 Agosto 2011 @ 09:38

    Ciao Danilo, ieri sera eravamo davanti l’Hotel Ferrovia a urlare a gran voce “Vergogna” e “Non siete i benvenuti”… “Andatevene! Dal Cadore e dall’Italia!”… ecc ecc.
    ( vedi foto: http://www.facebook.com/photo.php?fbid=10150299351188846&set=a.285074048845.145579.765973845&type=1&ref=nf )

    Come mai non eri dei nostri? Ogni tanto è necessario abbandonare poltrona e pc per scendere in piazza, metterci faccia e voce. Non pensi?
    Saluti.

  3. Danilo De Martin
    19 Agosto 2011 @ 14:28

    Ciao Matteo,
    do il mio contributo come posso. In quanto alla faccia, mi sembra che nei miei articoli ci sia. Quanto alla voce, sarei stato volentieri solo con Belluno Autonoma. I cosiddetti “altri” o “dei nostri” non li conosco e non voglio etichette che non siano quelle mi appiccico da solo.

    Il mio disappunto non va nei confronti del programma politico della Lega (meglio, di una parte del loro programma, ossia la necessità di creare uno Stato federale), che sottoscriverei nuovamente e appoggerei col mio voto come ho già fatto in passato, ma alla deriva cui abbiamo assistito, in particolare in questo ultimo anno. Se ci fosse stato Bersani, o Rutelli, o Vendola o … allora si che sarei venuto. Con il trattore ed un rimorchio di letame.
    Saluti.

  4. E’ venuto un presidente, l’altro giorno, a fare casino in Cadore. Ma non aveva capito che era salvo » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    20 Agosto 2011 @ 13:49

    […] un presidente, l’altro giorno, a fare casino in Cadore. Ma non aveva capito che era salvo Bossi se ne è andato dal Cadore verso quel di Schio. Lì ha tentato di dire qualcosa. Al comizio ha sparato (anche) la seguente […]