8 Comments

  1. Attilio Bianchi
    7 Agosto 2014 @ 03:00

    @DANILO DE BENCI: oggi ho riso di gusto leggendo l’ articolo del corriere delle alpi riguardo all’ inaugurazione della strada D’AOSTO, giusto per restare nelle vicinanze. Un riso amaro ovviamente.Il virgolettato del nostro Mario 610 è da guinness dei primati delle minchiate. Vado a memoria. Adesso che abbiamo realizzato questi 1200 mt. di strada che si immerge nel bosco andate a tagliare la legna perché il bosco è una risorsa importante per l’ economia del Cadore.Peccato che ad oggi la maggior parte delle strade silvo-pastorali o da trattore di Lozzo siano inagibili per tronchi cadutisi, vedi Somol, Fontana etc.. e che uno di Lozzo per andare ai Marmoi o Narieto debba andare fino a Domegge e salire da quella perchè c’è un tronco dopo la diga di Leo fa proprio schifo. Mario prima de bete i schei a feili le strade a chi da Domiege pensa a sgomberà da le taie chele de Loze se te vo che i vade a taia!610.
    @610 E VICE 610: SE PAR SABO 09 NO E SGOMBEROU DA LE TAIE LA STRADA PAR DI ‘N SOMOL, DOMENIA, VISTO CHE EI AL PERMESO PAR DI DO DA KELA KO LA MACHINA, VADO SU KO LA MOTOSIEGA E ‘L ZAPIN E ME RANGIO, VARGOGNOSI.

  2. Danilo De Martin
    7 Agosto 2014 @ 09:38

    @Attilio di Montecristo,
    come diceva quel detto/battuta Domanda: “Come fai ad accorgerti se un sindaco spara cazzate?”. Risposta: “Basta osservare se muove le labbra”. Basta che parlino. Ma è proprio tutta la categoria che tende alla minchiata facile: una “sindrome da sindaco”. Se poi c’è anche il giornalista o la redazione che … supporta, è fatta (è proprio fatta, nel senso reale). Tutto letame che cola, si direbbe. Ma no, quest’ultima perla non l’ho letta (ma a questo punto dovrò). L’avessi saputo avrei potuto immortalare l’avvenimento e strappare un’intervista a 610. Comunque, va detto, il futuro del nostro paese è nella piomassa (pio pio, tutta l’Italia mi sembra un pollaio).

    Mi hanno detto che la strada di Val da Rin è una merda di strada (valuatazione originale): un giorno c’andrò a verificare di persona (non vorrei che chi mi ha descritto quello strazio di strada sia un rancoroso). Devono essere gli elfi che di notte scavano. Mi hanno anche detto che la regimentazione delle acque di scolo della strada di Monte è una cagata (valutazione originale, restiamo sempre in tema intestinale). Anche qui verificherò di persona. Comunque, “se c’è Aia c’è gioia”; ma se c’è Cialtronia ci sono cialtroni (teorema De Benci).

  3. ‘il Cadore’, la curva dei sindaci e Cialtronia di Cadore (preludio) » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    7 Agosto 2014 @ 12:06

    […] L’anteprima è stata una sorta di dietro le quinte, un accordiamo gli strumenti. E’ con il preludio che si ascoltano le vere note, è con esso che l’orecchio attento riuscirà a preparare l’anima ad essere invasa, poi, dal fiume dell’armonia e dell’invenzione. […]

  4. ‘il Cadore’, la curva dei sindaci e Cialtronia di Cadore (allegretto) » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    8 Agosto 2014 @ 14:13

    […] per caso vi siete persi l’anteprima e/o il preludio. Ora andiamo con l’allegretto (che è un pelino meno allegro […]

  5. ‘il Cadore’, la curva dei sindaci e Cialtronia di Cadore (requiem: galleria completa) » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    9 Agosto 2014 @ 18:06

    […] finale: requiem (a seguito dell’anteprima, del preludio e dell’allegretto). Con vasto omaggio iconografico di come sarebbe […]

  6. ‘il Cadore’, la curva dei sindaci e Cialtronia di Cadore (requiem) » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    9 Agosto 2014 @ 18:11

    […] finale: requiem (a seguito dell’anteprima, del preludio e dell’allegretto). Con vasto omaggio iconografico di come sarebbe […]

  7. Lozzese curioso 2
    13 Agosto 2014 @ 09:06

    Sì…se fosse comun de Domiege sarae le vare dute seade!

  8. avvisate quelli de ‘il Cadore’ che la Curva dei sindaci è tornata uno splendore » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    26 Settembre 2014 @ 08:00

    […] Cadore’, la curva dei sindaci e Cialtronia di Cadore con i relativi “atti”: anteprima, preludio, allegretto e requiem con vasto omaggio iconografico che permette di rendersi conto, […]