Il povero Alemanno (AleDanno) e quei diavoli di previsori meteo

Ecco perché il K2-ista AleDanno, così è ormai conosciuto a Rrroma dopo l’arrivo della neve al Colosseo, avrebbe dovuto capire che fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio, anche dei previsori meteo.

Dunque, il sito Arpav Dolomiti Meteo dava, lunedì sera e quindi martedì mattina (oggi) intorno alle 10 le seguenti previsioni. Come si può notare si fa riferimento a “con possibilità di deboli nevicate, più probabili in quota oltre i 1200/1500 m (60/70%)” ed ancora, “si tratterà di 2/7 centrimetri di neve fresca in quota e nelle zone esposte e di tracce o solo di qualche fiocco portato dal vento altrove“.

Trattandosi del bollettino meteo relativo alle Dolomiti, quando si parla di “in quota” non ci si riferisce ovviamente a 800 m slm. Questa notte, a 800 m slm  “al l à poiada” e la misura del soffice manto, mestamente paracadutatosi a terra, è giunta a 9 centimetri (nonostante il vento): secondo i previsori avrebbe dovuto trattarsi di qualche fiocco portato dal vento. Sono previsioni, bellezza.

2 commenti per Il povero Alemanno (AleDanno) e quei diavoli di previsori meteo