15 Comments

  1. Danilo De Martin
    1 Luglio 2010 @ 08:42

    Attilio, Ghino, Cagliostro, Toni, Simpatizzante e De Rossi … tutti al mare. Ho qualche cosa da scrivere anch’io ma ritengo sia giusto che a parlare per primo sia il capogruppo di minoranza della passata legislazione, Giuseppe Zanella, che il bolcom n. 3 (cioè il sindaco) chiama in causa.

    Houston avete un problema. L’edizione digitale del bolcom n. 3 è sparita dalla rete istituzionale. Per fortuna che ne avevo fatta una copia altrimenti avrei dovuto fotografare il cartaceo. Perché non è giusto parlare di cose che non si possono poi esaminare in rete …

  2. Simpatizzante_pian_dei_buoi
    1 Luglio 2010 @ 23:49

    scusate la mia assenza ma…De Rossi è sparito!Non risponde neanke alle mie mail…Sarà tornato in Cina? Che sia in vacanza? Che sia occupato ai preparativi per la Caserma? Boh!!La mia fase di stallo è dovuta dal fatto di non avere notizie sull’argomento caserma!

  3. Attilio Bianchi
    2 Luglio 2010 @ 02:14

    Torno or ora da Caorle e noto con piacere la presenza di Simpatizzante a cui chiedo…. Ma il “Geo-metra” accetterebbe di fare una partecipata con il Comune al 51% per la riapertura della Sora Crepa ? In Comune la volontà è quella di tenerla chiusa (vedi nota finale bolcom3…CON “XABARAS” DE ROSSI NON SI TRATTA ) per buona pace di Cacciatori e Baitisti (Sindaco cacciatore e Vice-Sindaco cacciatore e baitista)…. anche il De Rossi è dello stesso avviso?….meglio che resti chiusa ancora sette anni, quale sarebbe il suo tornaconto?! Quello dell’ amministrazione lo capisco benissimo, A SCAPITO DEI CITTADINI, anche perché Loro possono sempre contare sul 28 del mese, sia che piova sia che nevichi, sia che la caserma apra o rimanga perennemente chiusa, a loro non frega più di tanto, ma quello di De Rossi mi sfugge.Sane e bona autonomia.

    …bolcom bolcom inarrestabile bolcom bolcom evviva il bolcom3, sembra la sigla del robot Daitan3…che vosto fei Danilo koi skei de Pagaapo i sarà sempre pì avante i luore …i po’pagà le crode 1€ al metro, chele che val vinti skei però…. ‘ntanto Pagaapo, i po’ ‘ndebità Pagaapo de 270.000€ par tegni seròu i Pelegrini quanche con chi skei se podèa bete a di ‘na linea par fei formai a monte e apede anche ‘n macelo comunal…….BESOGNA USASE…..IE STATALI!!!!!!!!!!!!!!

    P.S. Masin a dito che l’ a avesto ‘na ‘npenada de entrate par la carta reciclada a Loze sti ultime doi mes…che sea par via del MITICO bolcom?

  4. Danilo De Martin
    2 Luglio 2010 @ 06:37

    Caro Simpatizzante,
    il comune ha distribuito “il casermino“, il nuovo bollettino comunale con uno special sulla ex Caserma di Soracrepa. Purtroppo la centrale operativa di Palazzo Venzo ha perso la versione digitale nell’universo di internet. Io però sono riuscito a farne una copia che mi solleva dal dover fotografare il cartaceo che, però, questa è cosa certa, è entrato nelle case dei lozzesi …. Per le 8 di quest’oggi il casermino dovrebbe di nuovo orbitare in internet…

  5. Danilo De Martin
    2 Luglio 2010 @ 06:52

    Caro Attilio,
    spero che il De Rossi non me ne vorrà, ma visto che nella fauna sarebbe equiparabile ad una volpe, e visto i torde che avon a Loze, la percentuale è meglio portarla al 60% per il Comune (la volpe della coppia del “gatto e la volpe” cui ogni tanto si fa riferimento su questo BLOZ è una vulpis catubrina, specie fuori concorso …). Sui schei del bolcom torno tra n tin, parchè ei calche novità …. Riguardo al pagamento delle crode a 1€ al metro quadro (vedi articolo) spero che la Minoranza chieda chiarimenti e ci informi tramite il blog. Anche parché ei 24.000 metre de crode che me sta sui coione e volarae savé se poi capitalizà. A un euro, ben s intende, no a 5 centesime come che i volea dame ….

  6. MAZARUO
    2 Luglio 2010 @ 12:13

    caro tilio penso che te abie pi pratega de caorle che de monte: se i verde la caserma i cazador e contente parche la siera co i pasa ndrio i se ferma par n ombra,e par la possibile ma no sigura presenza de dente no i da fastidio par le caze. se te te giavase i infradito e te betese i scarpoi e dopo avete fato spiega da Mente la strada par rua te dese su te vedarae che ormai purtroppo i baitisti e ben poche e la monte e sempre manco frequentada dai paesane.!

  7. Danilo De Martin
    2 Luglio 2010 @ 12:49

    Scuseme (Tilio e Mazaruo) se me ntrometo. Mazaruo, te à reson che i cazador i se fermarae volentiera, da dasiera, a bevese n ombra. Co la caserma verta come che me piasarae a mì, servizio bar e ristorazion e 6-7 poste lieto masimo, al trafico non sarae chisà che. Ma se te deve tegnì verta la strutura ntiera, pensada come che l’era pensada, te deve fei ruà su le comitive (come chele che rua a Prato Piazza, anche d autono). Alora no sei se i cazador i sarae pì tanto dacordo. Mancia doi mes a la caza e ié belo davoi fei la mutazion ….

  8. MAZARUO
    2 Luglio 2010 @ 13:41

    nein danilo al movimento piasarae a dute ma purtroppo reston coi pe do bas a monte no e strada ,io volarae torna a vede al marmarole verto come struttura. i ha pien i scufiote a di avanti su poste come misurina come se fa a pensa un albergo a monte e po al contorno ….. che fali ?

  9. Danilo De Martin
    2 Luglio 2010 @ 14:53

    Dal punto de vista logistico, me despiase, ma la strada (se no la vien do de pien, caso sempre posibile …) no é n gran problema. Nte un me progeto io fazo al “carico” dele persone al sabo con 2 navete (8 persone par naveta) e porto su con doi viade 32 persone (con 3 viade le e 48) e “genpo” l’albergo. Tra un viado e chelautro chi che resta a Loze i à la posibilità de compra ociai in convenzion, di a vede la Ruoia, al Museo dela Lataria ecc ecc (come che i fa nte dute le parte del mondo). Sul che fali che parirae che te sea scetico: ei studiou n programa de intratenimento fin al vendre che vien. E chiaro che le tarou su persone che abie voia de caminà (chi che vo, parché se po ciapà anche al sol). No voi ades ca entrà ntel detaglio ma tra escursion naturalistiche specifiche (fauna, fior, torbiere), giornate storiche al parco dela memoria, visita ai balconi panoramici, uso dei aniei, integrazion co la casera e al rifugio ciareido … vien fora 6 dì piene come n vuou (belo proade e garantide). Se trata de credeghi e, problema non indifferente, ciatà 32-48 persone da portà su ogni fin de la stemana (no che no le sea ma i circuiti internazionai i vo serietà e certezze). A Misurina, e vero, i à probleme. A monte puo funzionà solo se te struture n pacheto de servizie come che te ei dito (ala bona). Da portà su, naturalmente, e i single e i professionisti che à capacità de spesa e che vo ste robe ca. No te à idea de quante che é, anche ades che e crisi. Ripeto: a mi no me piase l’albergo con 32-48 persone, ma no te à idea de quante che (par esempio) podarae vignì fora dala Danimarca par fei n esperienza a monte. Noi torna pì inte …..credeme.

  10. Attilio Bianchi
    2 Luglio 2010 @ 15:46

    Caro Mazaruo al bel de ave pratega de pì luoghe posibili e che te vèrde la mente. Maria de Aldo me a dou ‘n poche de fasuoi de chi de Mente…biei, PI BIEI DE CHI DE LAMON …… par la strada de Monte ‘nvezi me rangio da solo.Aveo tacou a vegnì do kol scuro che aveo zinche ane, feite conto tu adè che ei quaranta pasade se ei de bisuoi de Mente. Pensa che ‘n’ota al Vice-Sindaco, ancora ko era vivo buck, al mè teranova, al me a fermou e al me a dito de sta atento che ‘l cian molou desturba la caza…i ei resposto che era meo che stasese pì atenti i cazador par strada a chi che i avese avesto davante e no tamponà la dente con chela de varda su pai coleniei a vede de bestie. Po’, caro Mazaruo, feite contà da chi che va su là d’autono a taia, e i a anche riguardo a no desturbà….A ti te par che io sea tanto citadino o che no sapie asei de Loze, io no sei chi che te se, ma dèo su al Marmarole ancora co era Vitale e maestro Rino e deo ‘n Ciareido co tegnia so mare de Renato, Falco…e via dicendo. Ultimamente deo a fonghe, avendo ‘redetou al know-how da nene Ana…La poesia mistica del Ponte de Bernardin squarciada dalla soleggiata Autostrada de Ciampeviei,NO VADO PI’, ade i fararà anche la bretella con Valsalega, feime ride, a Voi ve mancia la poesia come inte a Loreto e penseu de tira la dente de Loze su par la monte, i e dute a Caorle o Bibione o Lignano o Jesolo, PARCHE’ LADO’ I PENSA A FEI CIATA’ AI OSPITI AL BONSTA’ E NO A FEISE I CASSI SUOI….KA SU AL LIMITE VIEN OGNI AN I CAZADOR TREVISANE A BECCACCE PAR 15€. Massima valorisazion del teritorio e della fauna.Con chesto però ei da sotolinea, par no ese frainteso, che ei rispeto de chi da Loze che a chela pasion. ‘N CONTO E UN DA LOZE COL S’CIOPO ‘N CONTO E ‘N TREVISAN.Par me!. Valoriza la Monte ‘nvezi vo’ di recuperà al patrimonio storico(Parco della memoria), chel agricolo, vèrde le strutture, fei al formai de Loze via da la casera, verde un maneggio estivo, bete un minimo de pedaggio pal parcheggio, da tira su algo ogni an par la sistemazion de la strada. Te vedarae come che se ripopolarae la Monte ‘nte ‘n pei de ane …Ma la volontà de l’ aministrazion no e chesta de seguro… ELO CAMBIOU ‘N MEO SU PAR LA MONTE ‘NTE STI ULTIME SIE ANE ? …DIME. Chè ali valorizou.Sane e Bona Autonomia.
    P.S. @Mazaruo: detto popolare, ” CHI DA LOZE VA DESCOZE “

  11. MAZARUO
    2 Luglio 2010 @ 16:37

    DAL PUNTO DE VISTA LOGISTICO CARO DANILO, SE NO I MPARICIA GNANCHE I MOLIN CO VIEN LE SCOLE DA FORA A VEDE CHI VOSTO CHE MPARICE MONTE APPARTE TU ? CA LA SQUADRA NO VA LE COME LA NAZIONALE LA SE FA BATE DA NA SQUADRA DE BOSCADOR CHE DUGA A CALCIO SOLO AL SABO E LA DOMEGNA, ATTIGLIO TE HA LA FANTASIA ME PAR CHE VA PI DELE GIAMBE!

  12. Simpatizzante_pian_dei_buoi
    3 Luglio 2010 @ 14:23

    Rispondo un pò a tutti!
    1) Cosa ne verrebbe al De Rossi di tenere chiuso ancora 7 anni?
    Semplice: la userebbe come ripicca nei confronti del comune e della comunità facendo vedere che li entra solo lui e chi vuole lui!
    2) Siete sicuri che la voglia tenere chiusa?
    so che sta organizzando un qualcosa, ma non mi ha ben spiegato…penso che voglia riaprire dando in gestione la società ad un vero ristoratore di mestiere!

    3) La strada non credo sia un problema in quanto se uno volesse andare su a pian dei buoi per andare a stendersi in un prato comunque deve farla! Quindi che la faccia per un motivo o per un altro, la strada è sempre la stessa!

    PS: chiedo se potete scrivere in italiano e non in dialetto perchè ci metto un pò troppo nella comprensione!

  13. Danilo De Martin
    3 Luglio 2010 @ 20:03

    @simpatizzante, anche se credo tu abbia capito il senso del mio scritto precedente, “traduco” per chiarezza. Nel rispondere a Mazaruo scrivevo che, da un punto di vista logistico la strada del Genio per Pian dei Buoi (se non cede un tornante, cosa sempre possibile), non rappresenta un grande problema se relazionato all’attività della caserma come albergo (un po’ di più se si pensa al flusso destinato a tutto l’altopiano). In un mio “progetto-simulazine” facevo il carico delle persone il sabato con 2 navette (8 persone per navetta) e ipotizzavo di portare a PdB, con due viaggi, 32 persone (con 3 viaggi 48 persone) “riempiendo” l’albergo.

    Tra un viaggio e il successivo, chi resta a Lozzo in attesa ha la possibilità di comprare occhiali in negozi convenzionati, visitare la Roggia dei Mulini ed il Museo della Latteria ecc. ecc. come si fa abitualmente in tutte le parti del mondo …. Continuavo scrivendo che avevo studiato un programma di intrattenimento fino al venerdì successivo, basato chiaramente su persone che abbiano la voglia di camminare (pur chiarendo che chi vuole può rimanere anche a prendere il sole in albergo). Senza entrare nei dettagli chiarivo che tra escursioni a carattere naturalistico (flora, fauna, torbiere), giornate storiche dedicate al Parco della Memoria, visita ai balconi panoramici, utilizzo degli Anelli e Vie, integrazioni con le attivitàdella casera e del rifugio Ciareido saltavano fuori 6 giornate piene (provate e garantite; ovviamente vi sono tutti i programmi da attivare se si va incontro a qualche giornata di brutto tempo).

    SI tratta di crederci e, problema non indifferente, trovare 32-48 persone a settimana da portare a Pian de Buoi. Chiarivo che queste persone non è che non ci siano, ma per averle bisogna utilizzare circuiti (anche) internazionali che richiedono serietà e certezze. Sottolineavo che è vero che a Misurina (come diceva Mazaruo) gli esercizi fanno fatica a vivere, ma a PdB la cosa può funzionare molto meglio se, e solo se si struttura un pacchetto all-inclusive di servizi come ventilato (alla buona). Finivo sottolineando che il target per l’albergo dovrebbe essere principalmente diretto a single e professionisti con buona capacità di spesa e propensione al’avventura (ma altri target sono ovviamente attivabili). Anche ora che la crisi morde questo target “paga”. Questa ipotesi di utilizzo della caserma (albergo con 32-48 persone) non è quella che mi piace di più. Ci sono tuttavia tour operator della Danimarca, per fare un esempio, che già hanno operato nel nostro territorio, e che non vedrebbero l’ora di poter strutturare dei loro pacchetti utilizzando l’altopiano.

  14. Attilio Bianchi
    4 Luglio 2010 @ 05:43

    MAZARUO: nona Gema disea ; “chi che no ha testa a giambe”….sane e bona autonomia.

  15. le mie foto sul casermino, il bollettino comunale di Lozzo di Cadore, terza edizione » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    5 Luglio 2010 @ 08:34

    […] Non faccio riferimento al fatto di aver aiutato i trogloditi a lasciare (momentaneamente) le loro caverne, né al fatto di avere, con il BLOZ, contribuito a stanare “lor signori”. […]