le altre crepe sulla caserma di Soracrepa (gallery)


AVVISO: di questa gallery c’è anche la versione “senza veli” con tutte le foto sequenziate ingrandibili. Contenendo 27 foto ho dovuto pubblicarla post-datata per non ingolfare il caricamento della home page.


Dopo la mitica serie titolata “Sopra la crepa la caserma crepa” (unoduetrequattrocinque) e l’anteprima delle crepe in alcune crepe della caserma di Soracrepa, ecco la “serie completa“. Le foto sono perlomeno dell’anno scorso. Quest’anno a Monte recatomi non sono ancora: magari manca qualche pezzo. Io, sotto alle falde del tetto non mi metterei a prendere il sole (con la schiena appoggiata al muro, come ho visto fare). Non so di chi sarebbe l’eventuale responsabilità se dovesse cadere qualche pezzo della cordonata in testa a qualcuno (del sindaco?), ma mettendomi nei panni “a mi me vegnarae i pele del cu drete”.

Magari un cartello con una scritta (come quelli acqua non potabile dell’anno scorso: do you remember?) che ponga in allerta il visitador tipo “cornicione pericolante, stare alla larga” (tradurre eventualmente in 4 lingue o ricorrere a grafica efficace, previa attivazione professionista, ça va sans dire). Certo la sicurezza ce l’hai solo se perimetri l’area bloccandone l’accesso. Ma c’è già l’obbrobrio delle reti attorno ai Forti di Col Vidal (ci sono ancora? siii? benon). No, meglio lasciare tutto così e sperare che nessuno ci giri attorno: la legge di gravitazione universale l’hanno già scoperta, non serve alcun incentivo. E poi tra un po’ dovrebbe ricominciare il presidio dei musetin.

A proposito, la faccenda delle tartine del sindaco: ok per quest’anno o rimandiamo tutto al 2013? (è per via delle Zoccole di Montagna, perché poi vanno in puttantour …).

Clicca su una miniatura per far partire la gallery. Procedere cliccando sulle freccette. Per chiudere cliccare “dentro la foto”.


3 commenti per le altre crepe sulla caserma di Soracrepa (gallery)

  • Lozzese curioso

    Danilo, vedrai che l’allegra compay, con i milioni d’incasso che produrranno le centraline di Costa e di Velezza, ripareranno tutto quanto ed aboliranno pure l’IMU —- da quanto incasseranno.
    Altro che un pozzo di petrolio…….. c’abbiamo la corrente per sanare le casse pubbliche.

  • Tizio

    Lozzese curioso, ma cosa ca…o scrivi! se non riescono nemmeno a mantenere e a rattoppare con l’asfalto la strada di pian dei buoi; quest’anno, dopo gli esperimenti di tappare le buche (in coincidenza con l’apertura della caccia) con il solito materiale che poi immancabilmente la pioggia portava via, hanno tappato le buche con sabbia e cemento. Anche questo altro lavoro, e soldi, saranno come buttati nel solito cèsso, perchè il tutto si sgretolerà e le buche ritorneranno come e più grandi di prima. ………Ci vuole il “genio militare” per mantenerla e un pensionato militare e un prof. per l’inverso.
    Tanto paga…….. il cittadino.

  • Caio

    Tizio,per quanto riguarda il rattoppo delle buche con sabbia e cemento, come dici tu, certamente avranno imitato quanto visto da altre parti, il tempo e il mal tempo forse ti daranno ragione comunque, se questo fosse il solo problema che vedi nel paese saremmo veramente messi benissimo, anche perchè per me la strada di Pian dei Buoi è certamente l’ultimo problema da risolvere.