4 Comments

  1. paolo bampo
    3 ottobre 2012 @ 11:30

    Dobbiamo avere il coraggio di tagliare il cordone ombelicale che ci tiene legati a Roma. Per qualcuno sarà un sacrificio, ma per tutti ci sarà la rinascita.
    La via dell’INDIPENDENZA VENETA è l’unica strada per giungere alla nostra AUTONOMIA DOLOMITICA.
    Impariamo a camminare con le nostre gambe e non avremo così più palle al piede

  2. Adriano giuliano
    16 ottobre 2012 @ 20:16

    E’ già tardi, indipendenza in fretta che le tasse del 70% fanno scappare le imprese in Austria e Svizzera.
    Veneti, penso che non avete più bisogno della baby sitter romana vero?
    Veneto ai veneti. Basta con il colonialismo romano, padroni a casa propria.

  3. se anche Pettenò e la Federazione della Sinistra pensa ad un Veneto indipendente … » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    19 ottobre 2012 @ 09:45

    […] ha raccolto 20.000 firme a sostegno dell’indizione del referendum per l’Indipendenza e le ha presentate a Zaia perché inizi a […]

  4. guido
    6 gennaio 2015 @ 01:48

    varda paolo che no xe el cordon del bonigo£o che ne tien tacai a roma, e xe e caene dea schiavitù