sindakos e spot pubblicitari per tappare il buco del Bim-Gsp

Le casse piangono (dicono, ma poi il modo per spendere si trova sempre, italicamente garantito). Tuttavia, le casse piangono. Ecco allora che il comune di Castell’Arquato, tutti gli abitanti con in prima fila il sindaco, decidono di pertecipare ad uno spot pubblicitario, un consiglio per gli acquisti, di uno yogurt che aiuterebbe ad abbattere il colesterolo (la qual cosa sembra confermata dagli espperti der polliclinico Gemmelli de Roma).

La multinazionale francese ha assoldato il paese quale set ideale per lo spot e ha ingaggiato gli abitanti come attori e comparse al fianco della Raffa nazionale. Nello spot, già in onda in tv, recita anche il primo cittadino (il FQ).

Alora m’è vvenuda n’idea no! Non è che i sindakos del BIM-Gsp, per dare un aiutino ai conti disastrati dell’ente che con tanta fierezza hanno partecipato a conseguire, potrebbero porsi a disposizione di una multinazionale (francese anche questa) delle acque minerali, che so, quella la cui missione è  “di promuovere la salute attraverso il cibo” e che è classificata anche nei principali indici di responsabilità sociale (ehhh?), per essere ingaggiati come attori (chi meglio dei nostri sindaci) e comparse (insuperabili anche in questo) per uno spot ad alto valore sociale?

Così i sindakos ed il BIM-Gsp, che degnamente rappresentano, dopo aver preso la palma come peggior accadimento del 2011 (senza contare gli anni scorsi), troverebbero il modo per iniziare a riscattarsi. Mi raccomando però: che sia uno spot frizzante come quello dei bimbi, non pecoreccio come quello della Raffa naziunal-popular.

 

I commenti sono chiusi