Dellai e Durni disumani, Tondo umano, Bond santo subito

A Verona c’era il celeste Formigoni (per Grillo semplicemente Formicoglioni), quello della scoperta dell’oro nero, poi c’era anche Mary Star, quella del gelmino il neutrino superluminale, c’era anche La Russa ma di costui non mi sono mai interessato tanto è vuoto. E c’era Bond, Dario Bond, vecchia conoscenza di questo blog dai tempi di “Ciacole e non fatti”  🙂 .

Si sono trovati a Verona per “ciacolà” della macroregione del nord, tirata fuori non per secedere dal resto d’Italia, sia mai, ma per convincere gli elettori pidiellini persi per strada che loro, i vermiciattoli del PDL, ci sono ancora.

Il tisaniere se n’è venuto fuori con un’altra delle sue cav… oops trovate, sentite qua:

Bond rilancia e loro applaudono, sostenendo che ne Dellai né Durnwalder hanno un “volto umano”, mentre ce l’ha Renzo Tondo, governatore del Friiuli. Sono “disumani” perché si trattengono nel territorio troppe tasse, il 90%, a differenza di quel 60 che a malapena riesce a non stornare a Roma al Friuli Venezia Giulia. Da qui, appunto, la proposta – materializzatasi al vertice Pdl di ieri a Verona – di una macroregione del Nord sul modello Friuli. Quando il cronista osserva a Formigoni che Dellai non la vuole, la risposta è secca: «Nessuno lo ha invitato». E – insistiamo – non inviterete in futuro né lui né Durnwalder? «Assolutamente no», risponde Formigoni.

Il nostro Ab-bond-io straripa di acume politico. Dunque, il Trentino e l’Alto Adige sarebbero “disumani” perché si trattengono il 90% delle tasse raccolte sul proprio territorio? E chi fa questi ragionamenti, secondo voi, che razza di umano è !! Il friulano Tondo, invece, sarebbe più umano perché gli è concesso di trattenere per il Friuli Venezia Giulia solo il 60%. Che caro questo Bond: perché non prova a proporre a Tondo di dargli il 90%, tanto per vedere cosa farebbe se gli fosse concesso. Dai Bond, su, a cuccia, che anche per questa volta ha già abbaiato abbastanza alla luna.

Domanda per il consigliere regionale e quindi esponente della casta regionale da 12.000 euri al mese (circa) + vitalizio alla fine di questa legislatura: qual è la percentuale di soldi che il Veneto “si trattiene”? Ce lo dica, dai!! Non si sa mai che escano delle belle sorprese (visto che c’è, perché non ci dice anche quanti soldi prende davvero il FVG?).

Vuoi vedere, comunque, che oltre ai soldi serve anche l’autonomia (perlomeno … un certo grado di autonomia)?

Ma, tornando solo un attimo alle percentuali: chi ci dice che non sia “umana” (nel caso in esame) anche una percentuale dell’80%, o una del 72% o forse del 69%. E perché non del 55% o del 43%. Eh Bond, disorientato?

Dai che se si spreme le meningi c’arriva anche da solo.

1 commento per Dellai e Durni disumani, Tondo umano, Bond santo subito

  • mirco

    Micro regione, macro regione, intanto andate a leggervi sul Corriere della sera quanti quattrini si pigliano i gruppi politici. I 12000, 14000 euro al mese dei consiglieri regionali sono bazzecole in confronto allo sperepro del denaro dei gruppi. Dai che finalmente l’Italia raggiungerà l’abissinia (o forse c’è già arrivata)