Lozzo di Cadore: tra lauree e multe da nababbi /1

Nota di colore numero uno relativa all’avviso sulla caccia alla cacca.

Errare è umano, certamente. E’ poi quasi certo che l’avviso relativo alla caccia alla cacca sia stato redatto da qualcuno dello staff del sindaco e non dal medesimo. Ciò in ragione del fatto che – ancorché a capo di un comune di soli 1499 abitanti, in declino permanente effettivo (non solo demografico), che si sta “perarolizzando”, che ha imboccato la strada della decrescita infelice – è da ritenere che il sindaco sia affacendato in altre faccende più degne, tipo impegnarsi con Ruzzle 🙂 .

Dunque: lo staff scrive la bozza dell’avviso e il diavoletto … ZAC, ci mette la coda: invece di scrivere € 500,00 come tetto massimo della multa (cazzolotto), la virgola, mobile, va in su (diventando un apice) sospinta dalla coda del diavoletto che, non contento, ci mette pure uno zero in più. Risultato: € 500’000, una multa da nababbi insomma o da conduttori di elefanti, ma tanti e belli grossi.

Ora, ripetiamolo: errare è umano! Questo poi, è un vero e proprio errore … di stumpa. Si, certo. Ma, contando anche sui trascorsi di insegnante alle medie, non vi pare che al sindaco, prima di firmare, converrebbe dare un’occhiata a tutto l’ambaradan per intercettare eventuali – sempre possibili – refusi? Così, tra una partita e l’altra a Ruzzle :-).

a Lozzo di Cadore multa da nababbi, da 25 a ... 500'000 euri

 

2 commenti per Lozzo di Cadore: tra lauree e multe da nababbi /1

  • Cagliostro

    @redattore,
    evidentemente la fiducia del firmatario degli ‘avvisi’ nei confronti di chi compone le ‘grida’ è talmente grande che, forse, la firma viene apposta ad occhi chiusi…
    Al di là dell’improbabile sintassi, più di qualche dubbio sorge sulla efficacia delle ‘grida manzoniane’, e questo non solo per mancanza di adeguati mezzi ‘logistici’ (leggi mezzi di locomozione) ma, soprattutto, per la indeterminatezza e genericità delle prospettate punizioni di corollario (oltre alla ventilata, gravosa ammenda …). Che cosa significhi infatti: “Sono state date specifiche direttive di repressione nei confronti dei trasgressori”, nessuno lo sa. Forse si intendono punizioni corporali o, peggio, la condanna alla garrotta spagnola?
    In quanto poi al “Devono provvedere immediatamente alla rimozione degli escrementi”, mi sembra che, stilisticamente parlando, manchi un piccolo soggetto! Che si tratti dei cani al guinzaglio o degli improvvidi accompagnatori? Dilemma insoluto, ma si sa, i cani sono educati e puliti e, di solito, usano le zampe per rimuovere le loro evacuazioni…
    Sindaco, sindaco! Anche la forma va salvaguardata o Ella firma tutto ad occhi chiusi?!!! Qui la forma diventa ‘politicamente’ sostanza in quanto dimostra la mancanza di accuratezza nelle cose attinenti la P.A. ed anche mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini.