per l'Autonomia della Provincia di Belluno tutto fa brodo (anche i sindaci, ma guardati a vista)

Ci sono tante Autonomie possibili, bisogna dirlo da subito (capite bene che la Provincia dei Sindaci, quella che salterebbe fuori dal discutendo ddl Delrio, sarebbe una boiata pazzesca – al bar diremmo terrificante stronzata – anche per alcuni nodi irrisolti che fanno capo proprio all’incapacità gestionale palesata dai sindaci … ma per questo vedi oltre).

E quindi, finché non si capirà di quale autonomia si tratta, quale autonomia hanno in testa certi personaggi, certi abbracci è meglio che non siano troppo calorosi. Tuttavia è giusto accogliere chi, perlomeno, manifesta, se non altro, una certa qual “propensioneall’Autonomia.

Perciò, per la conquista dell’Autonomia della Provincia di Belluno – chiamatela pure Comunità Alpina Autonoma di Belluno Dolomiti – ci van bene tutti, ma proprio tutti, perché tutto fa brodo: gli Autonomisti della prima ora – ossia gli Irriducibili -, cani e porci e… anche i sindaci (guardati a vista perché, come sapete, quando si trovano assieme in numero superiore a tre-quattro – i sindakos – … fanno invariabilmente buchi, talvolta impressionanti).

estratto dal Corriere delle Alpi del 4 febbraio 2014

 

2 commenti per per l’Autonomia della Provincia di Belluno tutto fa brodo (anche i sindaci, ma guardati a vista)

  • Cagliostro

    Raro ed apprezzabile esempio di casiniana coerenza…

  • ANALISI

    Per taluni esistono parole vuote, ridondanti si, ma perché vuote…..
    TURISMO…..AUTONOMIA….. hanno la capacità di pronunciarle ma sono incapaci di riempirne il vuoto con della sostanza reale….in una sola parola….PROPAGANDA.