mamma ho (quasi) perso il residuo fiscale

Al Barometro della finanza pubblica dell’Osservatorio sul Federalismo (pubblicato da Unioncamere Veneto & Consiglio regionale) sono “abbonato” da lunga data:

…La informiamo che sul sito www.osservatoriofederalismo.eu è disponibile il n. 2/2017 del Barometro della Finanza Pubblica, il report statistico mensile curato dal Centro Studi di Unioncamere Veneto. Rinnovato nella veste grafica e nell’articolazione interna, il Barometro fornisce un aggiornamento sistematico sulla struttura ed evoluzione della finanza pubblica italiana. 

Sicché mi ci ficco… scoprendo con disappunto, almeno a guardare la tabella della sezione 3-Residuo fiscale, che il residuo fiscale [leggi tutto …]

a Dobbiaco è piovuto 20 giorni su 30 per una quantità di oltre un millilitro

(colpo di sole in Alto Adige)

A dirlo sono i metereologi (i meteorologi sono ancora tutti in ferie). A Sarentino si sono aperte le cateratte e sono caduti, pensate, 237 millilitri di pioggia: uno tsunami dal cielo. Tenete conto che a livello provinciale è piovuto ogni due gironi. A Dobiaco poi (la seconda “b”, dopo tutta quell’acqua, stava facendo pipi), avendo piovuto 20 giorni su 30, la quantità d’acqua è stata straordinaria: oltre un millilitro. Sempre secondo i metereologi provinciali, nei prossimi gironi il trend sarà [leggi tutto …]

durante l'Earth Day l'Alto Adige ha sconfinato in provincia di Belluno

(la foto “sconfinante” è un tributo ad Auronzina)

Sull’Espresso (galleria fotografica) di qualche giorno fa per celebrare (articolo) l’Earth Day:

La tutela del Pianeta, il rispetto dell’ambiente, la salvaguardia della terra come bene comune. Sono questi i messaggi chiave dell’ EarthDay. La giornata mondiale del Pianeta che si celebra oggi in 192 Paesi. Più di un miliardo di persone e ventiduemila le organizzazioni coinvolte in iniziative, convegni ed eventi.

Incidentalmente: quella del “più di un miliardo di persone coinvolte” è tutta da ridere. Sarebbe come scrivere che domani, [leggi tutto …]

quando si dice 'sei fuori di una riga di rifugi'

(nota di colore)

Potrebbe anche essere umanamente possibile smarrire la strada lungo il sentiero che porta al Rifugio Tita Piaz (Passo del Pura, Ampezzo UD) e ritrovarsi poi nel versante di Domegge di Cadore, in Val Talagona. Ma è più probabile che il Tita, piuttosto che Piaz, sia stato Barba.

DOMEGGE DI CADORE – Alle 14.40 il 118 ha allertato il Soccorso alpino di Pieve di Cadore per una coppia di escursionisti di Montebelluna (TV), 43 anni lui, 41 anni lei, che si era smarrita lungo il sentiero [leggi tutto …]

ecorifugio - ecce homunculus

Un articolo che è un rosario di sciocchezze (visto che bravo che sono: le ho definite sciocchezze, non cazzate e men che mai stronzate). A partire dallo sfortunato titolo:

Cultura, rifiuti, cibi tipici: è l’ecorifugio

Titolista, dai: differenziata, no rifiuti. E poi – dico – ce li ficchi tra cultura e cibi tipici?

Mo’ me lo segno e appena ho voglia scrivo due righe sottolineando le restanti sciocchezze riscontrate. Lo capite no, che questo è masochismo puro. Tafazzismo d’altura. Di una Volkswagen puoi cimentarti nel far credere che, [leggi tutto …]

estate, rifugi e legalità (vo cercando che...)

Oh cazzo! A parte che non è Baiòn ma Baión, a parte che non è Ciaredo ma Ciareido (regola di scrittura n.25 di Umberto Eco 25. Gli accenti non debbono essere nè scorretti nè inutili, perchè chi lo fà sbaglia..) ma me sto a sganascià. Dunque, la stagione di questi rifugi “sarà inaugurata all’insegna della “Legalità” in collaborazione con Libera Cadore!”

PIEVE DI CADORE. La stagione estiva dei rifugi Chiggiato, Baiòn – Elio Boni e Ciaredo sarà inaugurata all’insegna della “Legalità” in collaborazione con Libera Cadore. [leggi tutto …]

auto contro morto: ferito un centauro... (refusi a due ruote)

Poteva andare molto peggio… (prima dell’invio rivedere il testo, rivedere il testo, rivedere il testo, rive…)

il ferry boat e la nebbia fissa

Quando chi scrive è un lagunare autoctono (giustamente ancorato alle tradizioni linguistiche), te ne accorgi subito: nebbia fissa. Fosse stata semplicemente fitta, forse non sarebbe successo niente.

fuoco, ma soprattutto 'ombre', sulle Marmarole (Consorzio turistico AM in libera uscita)

Che sia fuoco non c’è dubbio, ma dalla parte opposta alle Marmarole, diametralmente. Provate col Moro, il caffè intendo; il caffè del Moro che vale un tesoro (e senza correzioni con grappini o ombre). Se non altro l’integrazione “turistica” con Lorenzago procede (per lo più all’insaputa degli attori, ma procede).

quella tentazione di salire al Lacedelli (dal Lavaredo, partiti che eravamo dall'Auronzo)

Dopo Cima 12 e Croda dei Toni, due splendide montagne (tre, se bevi responsabilmente) regalatoci due giorni fa, la Corriera delle Alpi ci omaggia di nuova chicca, incastonata in un articolo dalla trama folcloristico-pittoresca con soggetto caudale (code, interminabili code).

[…] In coda, quando sono le 13 passate, per pranzare al rifugio Auronzo. E, allora, la decisione di tentare al Lavaredo. In coda lungo lo struscio, Corso Italia 2.0, ossia il comodo sentiero per il prossimo rifugio. In coda, verso le 14, per sedersi e mangiare. [leggi tutto …]