Istat: l’offerta comunale di asili nido e altri servizi socio-educativi per la prima infanzia (2012/2013)

Da Istat fresca di giornata (dove trovate la tabella excel con tutti i dati di spesa):

Nell’anno scolastico 2012/2013 sono 152.849 i bambini di età tra zero e due anni iscritti agli asili nido comunali; altri 45.856 usufruiscono di asili nido privati convenzionati o con contributi da parte dei Comuni. Ammontano così a 198.705 gli utenti dell’offerta pubblica complessiva.

Nel 2012 la spesa impegnata per gli asili nido è stata di circa 1 miliardo e 559 milioni di euro. Il 19,2% di tale spesa è rappresentato dalle [leggi tutto …]

il popolo elvetico ha deciso di dare una regolata alla 'immigrazione di massa'

Il popolo elvetico ha deciso di dare una regolata alla “immigrazione di massa”. Purtroppo quella baldracca di UE  non vede certo di buon occhio che un popolo si metta a contrastare la politica di omologazione imposta da Bruxelles e subita dai paesi membri. Speriamo che alle imminenti elezioni europee le forze baldracchiste pro-europa vengano contrastate se non “soffocate” dall’espansione di quelle euroscettiche.  Dal Corriere del Ticino un interessante articolo di Marcello Foa che chiarisce perfettamente la situazione (grassetto mio):

Ora non dite che la Svizzera è [leggi tutto …]

LE ISTITUZIONI E GLI ORDINAMENTI ANTICHI E RECENTI

Con riferimenti e notazioni storiche su Lozzo e sul Cadore

di Giuseppe Zanella

Oggi giorno si fa un gran parlare della necessità di riforme in senso lato. Sono anni che si dibatte e ci si accalora attorno a proposte di revisione delle Istituzioni, di aggiornamenti e/o radicali mutamenti nella organizzazione statale, regionale, provinciale e locale, di una riforma della fiscalità generale, di sostanziali mutamenti nelle strutture essenziali deputate al servizio del cittadino (scuola, sanità, trasporti ecc.), di rivisitazione totale delle più disparate forme associative in cui risulta [leggi tutto …]

quel rapporto ONU riguardante la Santa Sede ...

Ci vuole un po’ di pazienza a leggere il documento ONU sugli abusi sessuali commessi da membri del clero cattolico a danno di minori. Ma poi provi l’esperienza descritta in modo così colorito dal detto ladino “te vien i pele del cu drete”, quell’insieme cioè di sensazioni e sentimenti che si fondono in un agghiacciante gorgo che, mentre ti strappa verso il fondo, ti strizza tutto, corpo e anima.

L’ONU rimprovera fermamente alla Chiesa Cattolica che essa, relativamente alla questione dei preti pedofili, ha abbondantemente (quasi [leggi tutto …]

lo scandalo nascosto della Corte Costituzionale (non avevamo alcun dubbio)

Su lavoce.info Roberto Perotti mette a nudo una realtà tenuta ben nascosta. Senza “forse”: tenuto conto della posizione che occupa e delle competenze cui è deputata è il più grande scandalo della pubblica amministrazione in Italia. Si tratta nientepopodimeno che della Corte Costituzionale. Questo paese è irriformabile e questo ennesimo scandalo nascosto è semplicemente un altro esempio del perché dall’Italia bisogna andarsene via, secedere, rendersi indipendenti. Ma forse un giorno ci sveglieremo, tutti quanti, e allora saran dolori costituzionali.

(leggi tutto su lavoce.info)

Forse il più grande [leggi tutto …]

la parabola di De Blasio (gli italiani all'estero funzionano)

Tante teste tante capuze, si suol dire anche da queste parti. Però è difficile trovare tante stronz oops sciocchezze in un solo articolo. Lo so, dovrei argomentare ma, in questo caso, credo non serva. Luca Telese scrive del neosindaco di NYC e di alcune cose di sinistra su Linkiesta (avviso: il pezzo potrebbe produrre shock di vario genere anche agli italianisti). L’articolo è scritto in Italia e dimostra – oltre ogni ragionevole dubbio – che sì, gli italiani all’estero funzionano (dopo quanta tequila riesci a vedere [leggi tutto …]

in Spagna privatizzati nozze e divorzi

Liberalizzare conviene sempre. Noi che crediamo nel libero mercato, nella dignità del singolo rispetto alla maionese pubblico-collettivista, non possiamo che trarne godimento. Per ora nella sola Spagna ma, contando sui progressismi pidioti e sul conservatorismo illuminato degli omologhi pidiellioti, generosamente lubrificati nelle larghe intese,  la soluzione potrebbe attecchire anche su suolo italico.

Il governo spagnolo ha deciso di privatizzare nozze e divorzi, approvando un disegno di legge secondo cui sarà possibile sposarsi e sciogliere il matrimonio ( in Spagna dal 2005 è possibile farlo dopo 3 mesi e [leggi tutto …]

contro il cretinismo economico (Diego Fusaro)

Questo signore qui, Diego Fusaro, va seguito con attenzione. Anche gli amici del PUDE (partico unico dell’euro) ne potranno trarre giovamento. Attenti però: è allievo di Marx e lotta aspramente contro il capitale.

volontariato e 'non profit' in provincia di Belluno e nel Nord-Est

L’Istat ha da poco rilasciato i dati sul censimento 2011 IndustriaServizi nel quale sono rappresentate anche le istituzioni non profit che si basano sul volontariato. In termini di unità attive ogni 1.000 abitanti la provincia di Belluno con 9,2 unità è equiparabile a quelle di Bolzano (9,7) e di Trento (10,1) che svettano nella classifica nazionale (la media italiana è di 5,05 unità, quella del Veneto è di 5,9 unità).

Come percentuale di volontari rispetto alla popolazione ci attestiamo al 17,53%, vicini al 19,47% della provincia [leggi tutto …]