11 Comments

  1. Viva la Puglia
    2 Gennaio 2011 @ 21:38

    Danilo!
    Sei grande!!! Lozzo avrebbe bisogno di un sindaco par tuo ed invece abbiamo una simil Giunta guidata da un B.S.S.
    Sapete chi è stato a fornire il dato del 61,34% sulla raccolta differenziata? Secondo voi un oste può mai dire che il suo vino non è buono? Ebbene, il BSS ha ottenuto il dato da un oste di Longarone!!

  2. Lozzese curioso
    5 Gennaio 2011 @ 10:54

    Tosate,….vardà ke se davoi a bicià via tempo!…..e al tempo e denaro!….avon Pian de i Bos:na miniera de oro!alora faron i fate e no parole!….tako a fei na lista par le prossime comunali:ke diseu?

  3. Danilo De Martin
    5 Gennaio 2011 @ 11:28

    @lozzese curioso, te as reson, al tenpo é schei e “legne e schei no é mai asei”. Io me candido a fei al portavos del sindaco! In quanto a Pian dei Buoi, me despiase deludete ma la miniera de oro la é pari a chel che te vede ncuoi a Razo. Al moribondo e Loze, no Monte. Monte podarà idà Loze. Un “filosofo” a la bona me a dito da poco: “se a Loze me vien da cagà e no ciato al ceso, me tocia dì a Domiege, o a Cialauz o a …”. Filosofia n tin rustica ma veritiera!

  4. Nardei Gianluigi
    6 Gennaio 2011 @ 08:55

    Danilo, ti ricordi l’articolo in luglio 2010 riguardante la scandalosa gestione delle strade, parcheggi, ringhiere, fontane, nelle vicinanze di casa mia? nello stesso articolo, il sindaco interpellato giustamente dal giornalista prima di pubblicare l’articolo, minimizzava le mie proteste(ben documentate con foto della disastrata situazione) e diceva che la situazione sarebbe stata sistemata “A BREVE” in altri termini, questo Sindaco sa come “CONCIARE” l’opinione pubblica, nell’articolo disse che Lozzo è un paese tenuto bene ! la stessa cosa succede ora con le immondizie ! camminando per il paese io vedo i cassonetti traboccanti di immondizie, le solite immondizie non differenziate, i cassonetti della differenziata (quelli piccoli) desolatamente vuoti o quasi ! è chiaro che non è colpa del Sindaco se i “ZOZZESI” non differenziano la colpa è nostra. Si raccontano balle per far vedere che qualcosa si fa ! si forniscono dati che, sotto gli occhi di tutti non sono reali! e intanto viviamo in un paese con delle zone completamente abbandonate all’incuria ( la mia è una di quelle ) e forse gli abitanti delle suddette se ne fregano di differenziare ! hanno l’esempio dai nostri amministratori ! se verranno beccati ci saranno delle sanzioni, e le sanzioni per chi amministra male? mi direte che non saranno piu’ eletti! ma sono stati eletti ancora ! e continueranno a tenere gli occhi chiusi su certi problemi.Saluti e buon anno a tutti

  5. porta a porta
    6 Gennaio 2011 @ 12:12

    ma qualche giorno fa non era forse uscito sui giornali la notizia di una prossima partenza del sistema porta a porta in tutto il centro cadore? In questo caso bisognerà dare un nobel a tutti i sindaci …

  6. Danilo De Martin
    6 Gennaio 2011 @ 12:54

    Caro Gianluigi,
    il mestiere di un sindaco, di qualsiasi sindaco, è innanzitutto quello di tutelare i propri interessi (politici). Non è scandaloso. Uno deve tutelare, prima di qualsiasi altra cosa, il sistema che lo mantiene in vita. Per questo affinano l’arte di raccontare frottole fino a padroneggiarla a tal punto che, temerariamente, riescono a dire in pubblico anche solenni cazzate (di tutte le misure, dalle più piccole alle colossali). E’ un gioco anche questo, e come tutti i giochi ha le sue regole. Sta poi a noi stabilire se dietro a ciò che dice un sindaco c’è un buffone o un accorto amministratore (tenuto conto che rispetto a problemi diversi fra loro, un ruolo non esclude l’altro). Il vero problema è che non sempre abbiamo tutti gli elementi per giudicare. Ma quando li abbiamo …
    Per quanto riguarda l’area di degrado di “tuo interesse”: questa primavera i comuni cadorini (in realtà tutti i comuni veneti) inizieranno a mettere in cantiere opere di sistemazione generale “per stimolare l’economia” (finanziamenti sostenuti anche dalla Regione). Anche Lozzo farà i suoi interventi. Credo tu possa già verificare se le aree in questione rientrano nel piano degli interventi previsti. Se sono riusciti a fare il capolavoro dell’asfaltatura della “Riva dela Manadoira“, tutto possono fare.

  7. Danilo De Martin
    6 Gennaio 2011 @ 14:14

    @porta a porta,
    onestamente, fino a qualche mese fa mi “facevo una malattia” se non riuscivo a leggere la cronaca locale del gazzettino online. Adesso, se trovo il tempo bene, diversamente amen. Ovviamente online trovo tutto quello che voglio quando voglio, ma non mi interessa più essere “sulla notizia”. Ricordiamoci che quello che viene scritto online è … per sempre. Ma sta cosa del porta a porta mi interessa e cercherò la gustosa notizia … Per i Nobel c’è ancora tempo!

  8. Emilio
    6 Gennaio 2011 @ 19:58

    Posso aggiornarVi sul porta a porta…..inizia la frazione di Grea di Domegge che ha dimostrato sensibilità al problema….dopo aver differenziato carta, umido,plastica, lattine e vetro, ci è stato consegnato un bidone per ogni utente da riempire con quanto non è riciclabile (il che comporterà più viaggi all’ ecocentro per portarvi olio di frittura,giocattoli,cassette di legno, vernici e bombolette spray, toner e cartucce di stampanti per dare alcuni esempi, ovviamente oltre a quanto già si portava prima)..il ritiro avviene porta a porta ogni quindici giorni e la quantità consegnata sarà pesata…. Se questo esperimento funziona, sarà esteso a tutto il Centro Cadore.. contemporaneamente spariranno i cassonetti (del non riciclabile)dalle strade……

  9. Lozzo di Cadore: che parta o non parta il porta a porta? » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    9 Gennaio 2011 @ 10:14

    […] di Cadore: che parta o non parta il porta a porta? Il commento lasciato da porta a porta sull’articolo” Quelli della maglia nera …” (a cui ha dato breve risposta un […]

  10. in virtù delle sanzioni amministrative a Lozzo di Cadore vola la differenziata » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    15 Febbraio 2011 @ 16:20

    […] (anche) delle sanzioni amministrative previste per violazioni di varia natura relativamente al conferimento dei rifiuti urbani, a Lozzo di Cadore vola la differenziata (sarebbe al 61%! secondo Ecolord). […] Abbiamo anche […]

  11. Domegge di Cadore batte Lozzo 93 a 92 » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    23 Giugno 2011 @ 09:31

    […] ricambiare il sindaco di Lozzo è in grado di offrire alcune linee guida sui metodi repressivi da introdurre (tolleranza zero) per colpire chi sgarra nel […]